Al via il reddito di cittadinanza anche a Olbia e Gallura: come funziona e chi può chiederlo

Chi beneficerà del reddito di cittadinanza a Olbia e in Gallura.

Sono sempre più numerose le famiglie in Gallura a rischio esclusione sociale. Sono 1000 le famiglie in condizioni di fragilità economica. Da aprile 2019 queste famiglie potranno usufruire del Reddito di Cittadinanza, introdotto dal Governo.

I requisiti

Il Rdc verrà riconosciuto alle famiglie con cittadinanza italiana o Ue o straniere aventi un permesso di soggiorno da almeno 10 anni, di cui almeno due anni continuativi. Sarà erogato ai nuclei famigliari con un ISEE inferiore a 9.360 euro annui, un patrimonio finanziario non superiore ai 6mila euro, fino ai 20mila per chi ha a carico persone con disabilità e un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non oltre i 30mila euro.

Il Reddito e le altre misure

L’importo del Reddito di Cittadinanza viene erogato in base al numero dei componenti di un nucleo famigliare. Un’unità monofamigliare percepirà un importo dai 500 euro ai 780 euro. A beneficiare dell’importo massimo sarà chi non possiede una casa di proprietà o chi vive in condizioni di disabilità. Le famiglie più numerose, soprattutto con figli a carico, percepiranno un Rdc più alto. Ad esempio, per i nuclei con a carico due figli minorenni, l’importo percepito sarà di 1.180 euro al mese.

Il beneficiario del Rdc dovrà siglare un patto con Centro per l’Impiego, se è in possesso di una formazione idonea. Altrimenti, sarà disponibile un patto per la Formazione con Enti di formazione bilaterale o inter professionali o Aziende. Qualora il beneficiario non fosse in grado di svolgere una professione, siglerà il patto per l’Inclusione Sociale che coinvolgerà sia i servizi sociali che i CPI, per partecipare a progetti proposti dai comuni, fino ad 8 ore settimanali. A tutte le misure, sono esonerati i portatori di disabilità grave e le persone che assistono individui non autosufficienti o minori di anni 3.

Come si richiede

Le vie per richiedere il Rdc sono tre: in via telematica, al Caf o all’ufficio postale. L’Inps verificherà se si è in possesso dei requisiti per accedervi. Nel mese di febbraio saranno disponibili le direttive per compilare le domande. Il reddito di cittadinanza sarà corrisposto su carta prepagata.

Quanto dura e i doveri

Il Reddito di Cittadinanza  ha una durata 18 mesi, entro i quali un beneficiario dovrà arrivarsi al mercato del lavoro. Dunque, il beneficiario è obbligato a consultare il sito ufficiale del Rdc che lo orienterà alla ricerca dell’impiego e, quindi, all’accettazione di tre offerte di lavoro proposte: la prima entro i 100 km, la seconda entro i 250 e l’ultima ovunque. Le violazioni del patto di lavoro comporteranno la sospensione del sussidio fino alla revoca. Dalla Carta di Cittadinanza potranno essere prelevate da 100 euro al mese fino a 210 per i nuclei famigliari più numerosi. E’ vietato utilizzare il sussidio per il gioco d’azzardo o fornire informazioni false per avere beneficio del Rdc.

(Visited 1.273 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!