La lotta per avere la zona franca riparte da Olbia: “Lo dobbiamo ai nostri giovani”

L’incontro a Olbia.

Si è tornati a parlare, questa mattina, davanti al Municipio di Olbia, dell’attivazione della zona franca in Sardegna. Il consigliere comunale d’opposizione Vanni Sanna, ha riassunto l’urgenza di affrontare la questione. “Dopo il Covid-19 è ancora più urgente dover attivare la zona franca perché la crisi oggi è ancora più forte”, ha spiegato.

“Abbiamo bisogno della zona franca per vivere, non possiamo andare avanti così. Ci spetta, ma nel frattempo stanno chiudendo aziende e partite Iva”, ha dichiarato il sindaco di Giave Maria Uras, che ha fatto della zona franca una battaglia personale e un impegno continuo. “Lo faccio soprattutto per i nostri giovani che non hanno alcuna prospettiva. È ora di finirla, ci servono risposte precise”, conclude Uras.

L’avvocato Mario Caria ha parlato di come la Sardegna non possa comunicare direttamente con l’Unione Europea, ma debba essere lo stato membro a dichiarare zona franca le isole. “Un dialogo difficile tra Sardegna e Stato. La rappresentanza politica è contro i proprio interessi perché non comandano veramente i sardi ma le segreterie dei partiti – ha annunciato -. Questo è un abuso di ufficio, lo Stato italiano è l’unico responsabile perché si lavora contro l’interesse dei sardi”.

“La zona franca ci serve per dare respiro alle nostre aziende. L’Iva sta già mancando perché le moltissime aziende non riescono a versarla entro i tempi. Abbiamo tutti i numeri per costruire una nostra economia”, ha dichiarato Marcello Argiolas, avvocato tributarista. Maria Randaccio, ex dirigente della finanza, ha parlato di come la zona franca sarebbe un vantaggio per tutti.

“Noi partiamo da una condizione di svantaggio perché partiamo da un territorio spopolato. Attivare la zona franca non solo servirebbe a combattere la crisi post Covid, ma permetterebbe alle aziende italiane di rimanere nel territorio dello stato senza scappare all’estero”, ha argomentato. Per la prossima settimana è previsto un incontro con la giunta regionale per portare avanti l’istanza della zona franca.

(Visited 183 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!