Sicurezza a Golfo Aranci: “Serve la polizia di frontiera”

La richiesta di un posto di polizia di frontiera a Golfo Aranci.

I sindacati di polizia Siulp, Siap e Silp Cgil hanno inviato una lettera alle segreterie nazionali, al questore, al prefetto e al direttore della Zona polizia di frontiera LazioSardegnaUmbria, esprimendo la necessità di istituire un ufficio di polizia di frontiera presso il porto di Golfo Aranci.

Nel documento, i sindacati evidenziano che nel 2023 sono sbarcati e partiti rispettivamente 243mila e 241mila passeggeri dal porto, sottolineando la mancanza di controlli di sicurezza interna a causa dell’assenza di un presidio di polizia di frontiera. Essi ritengono che, data l’importanza del collegamento passeggeri intra-Schengen in aumento, sia necessario istituire un presidio di frontiera nell’ambito della Quinta Zona di polizia di frontiera per garantire una gestione efficace della sicurezza e dei controlli di frontiera.

I sindacati richiedono alle segreterie nazionali di avanzare una proposta al ministero dell’Interno e chiedono anche l’istituzione di un presidio “stagionale” per il periodo turistico imminente.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura