La storia di Domenico e Paola, i pensionati che vivono in camper. La replica del Comune: “Li abbiamo aiutati più volte”

La risposta dei Servizi Sociali di Olbia.

La storia di Domenico e Paola, i due pensionati che vivono nel camper, ha scosso tutta la comunità di Olbia e non solo. Una storia di sopravvivenza, di disagio e povertà. Lui ha 66 anni, la moglie ha 54 anni, sta su una sedia a rotelle a causa di una grave patologia. Vivono da qualche mese in un camper nel litorale Mogadiscio a Olbia.

In questi giorni anche l’amministrazione comunale di Olbia è stata toccata da questa triste storia. Sembra facile attaccare il Comune, i Servizi Sociali e le associazioni vedendo una situazione simile ma è giusto conoscere anche l’altra faccia della medaglia.

“Il signor Domenico è conosciuto ai nostri servizi ed è stato aiutato in vari modi così la moglie. In primis dandogli in contributo ma lui si batteva per avere una casa. Non avendo mai fatta domanda e avendo un reddito non ha la precedenza. A Olbia ci sono persone che hanno un reddito pari a zero, con figli piccoli a carico- afferma Simonetta Lai, assessore alle Politiche Sociali- Per una questione di privacy non diciamo le cifre ma lui percepisce una pensione, la signora ha la pensione dell’invalidità più l’accompagnamento“.

Da fine novembre, al primo grido d’aiuto noi siamo subito intervenuti, anche per le cure della moglie. Non possiamo dare una casa perché non abbiamo case ma li abbiamo ospitati nel centro umanitario di via Canova. A fianco c’è la Caritas per i pasti. Li abbiamo accolti gratuitamente sino ad aprile- continua l’assessore- Gli utenti che stanno nel centro umanitario danno una parte del loro reddito per contribuire alle spese. Il signor Domenico si è rifiutato, perché non gli piaceva il cibo della mensa e sono andati via. Da li è iniziato il loro pellegrinaggio”.

E conclude così l’assessore Lai: “Non possiamo dare una casa ma siamo disposti come negli scorsi mesi ad ospitarli nel centro umanitario. I servizi sociali di Olbia sono a disposizione, anche con la Caritas. E’ una storia toccante è vero ma noi abbiamo fatto di tutto. Noi non li abbiamo mai abbandonati assolutamente. Siamo sempre a disposizione per lui e la moglie“.

(Visited 3.247 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!