San Pantaleo in festa fino a settembre col Sound, Stone & Soul Festival

San Pantaleo

A San Pantaleo sei serate del Sound, Stone & Soul Festival

Le rocce di San Pantaleo protagoniste del Sound, Stone & Soul Festival che, con la sua musica, animerà il borgo tra giugno e settembre. All’interno della magica cornice offerta dai graniti sarà possibile immergersi in un’atmosfera suggestiva, animata da sei appuntamenti musicali con ingresso libero. Questi sono previsti il 2 e il 26 giugno, il 10 e il 17 luglio e l’11 e il 18 settembre.

L’incontro tra imprenditoria e musica

L’evento è organizzato dal Consorzio Turistico di San Pantaleo e dal Circolo musicale Laborintus di Sassari. Come ha spiegato Antonella Pileri, presidente del Consorzio: “Le idee sono nate lo scorso settembre e abbiamo deciso di affidarci all’esperienza di Verdinelli. Il progetto che ci hanno presentato ci ha colpito al cuore in modo particolare”. Progetto che, come spiega il Direttore artistico del Circolo, Gabriele Verdinelli, è stato plasmato sul contesto ospitante: “San Pantaleo, un gioiello incastonato in Gallura, ha fatto sì che nascesse l’idea di un piccolo festival, che non proponesse solo il classico concerto frontale, ma anche la partecipazione del pubblico, per avvicinarlo”. Ogni concerto sarà “trasversale”, sempre introdotto da un esperto e sempre caratterizzato da una presenza femminile.

Il Direttore ha poi sottolineato l’importanza dell’iniziativa, al di là dell’aspetto artistico: “Questa collaborazione è un esempio di imprenditoria illuminata. Solitamente l’imprenditore contribuisce economicamente, mentre, in questo caso, si preoccupa di migliorare concretamente il luogo”. Una collaborazione a cui, come sottolineato dalla direttrice organizzativa Claudia Soggiu, si vuole dare un seguito perché, eventi come questo, per crescere, hanno bisogno di continuità.

Le serate cominceranno alle 19:30 con gli “assaggi di vino”. “Iniziative del genere – interviene Antonella Usai, presidente del Museo del vino di Berchidda – favoriscono l’incontro con il territorio e permettono di raccontare la Gallura attraverso le degustazioni. Siamo convinti che l’abbinamento con l’arte e la musica ci consenta di veicolare il prodotto a chi è interessato alla qualità”. Nel corso delle sei serate, si alterneranno la Tenuta Muscazega di Luras, (2 giugno e 17 luglio) la cantina Consorzio San Michele di Berchidda (26 giugno e 18 settembre) e le Tenute Faladas di Luras (10 luglio e 11 settembre).

Il sostegno del Comune di Olbia

“Abbiamo creduto fortemente nel progetto – spiega la vicesindaco di Olbia, Sabrina Serra – perché, secondo noi, San Pantaleo costituisce una cornice eccellente. Questi sono eventi molto apprezzati non solo dai locali, ma anche dai turisti. Siamo convinti che avranno successo e che daranno ancora più lustro al paese, non conosciuto per il mare, ma per la storia”. La vicesindaco ha anche mostrato di apprezzare particolarmente l’unione con le cantine: “Grazie a questa unione si dà importanza alle cantine che, seppur piccole, non rappresentano solo la bevanda, ma il territorio, la cultura e la tradizione di un luogo e magari invogliano il turista a visitare l’interno”. Dello stesso avviso, Confcommercio, che da sempre sostiene questo tipo di iniziative e, soprattutto, le piccole realtà che, con il supporto giusto, possono crescere e diventare grandi.

Il Festival Sound, Stone & Soul guarda anche alla sostenibilità ambientale. Gli organizzatori hanno coinvolto Alberea, che per questo progetto ha garantito la piantumazione di venti nuovi alberi all’interno del Comune di Olbia. Alberea è impegnata da anni in un progetto di riforestazione della Sardegna e del Mediterraneo, con l’obiettivo di porre un freno alla crisi climatica.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura