Calcio, Seddaiu e Delogu del Porto Rotondo convocati in Rappresentativa Juniores Sardegna

La squadra parteciperà a un torneo in Toscana.

Una convocazione che premia la linea verde della squadra e il percorso personale di due tra i giovani più interessanti del Porto Rotondo. Il duttile esterno ambidestro 18enne Antonio Giuseppe Seddaiu e la mezzala 17enne Davide Delogu sono stati selezionati per far parte della Rappresentativa Juniores della Sardegna per partecipare al terzo “Memorial Fabio Bresci“, contro le rappresentative di Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Umbria, e Toscana, in corso di svolgimento fino al 5 giugno 2022.

Ci speravo, perché è un grande onore rappresentare la Sardegna – commenta Antonio Giuseppe Seddaiu, alla seconda stagione in Eccellenza, ormai uno dei titolari nella prima squadra dei biancazzurri -. La stagione non è partita nel migliore dei modi, per me e per la squadra. Poi mi sono ripreso, e anche il Porto Rotondo ha ripreso a far punti, e facendo un bilancio posso dire di aver disputato una buona stagione. Con qualche infortunio, però tutto sommato è andata bene. Mi sono tolto anche la bella soddisfazione del primo gol in Eccellenza e sono molto felice. Per quanto riguarda il torneo, siamo venuti in Toscana per cercare di far bene. Voglio dare il mio contributo alla squadra, spero di concludere al meglio la stagione giocando bene in questo torneo. Per il futuro, essendo ancora molto giovane, vorrei provare a migliorarmi sempre di più“.

Giuseppe Antonio Seddaiu

“Sicuramente è stata una stagione positiva, sia a livello collettivo, perché abbiamo raggiunto l’obiettivo salvezza con largo anticipo, sia a livello individuale, perché ho avuto la possibilità di giocare e fare esperienza nel massimo campionato regionale – commenta Davide Delogu, uno degli emergenti nello scacchiere di mister Marini -. Il mister e i compagni, soprattutto i più grandi, sono stati fondamentali quest’anno, mi hanno aiutato nel mio percorso, e ritengo che la mia convocazione in Rappresentativa sia in parte anche merito loro. All’ inizio della stagione far parte della Rappresentativa era un mio obiettivo. Sapevo che non sarebbe stato facile, perché sono tanti i ragazzi che hanno partecipato ai raduni e che hanno avuto la possibilità di giocare per la maglia della Sardegna. Ma penso che l’impegno e la voglia di raggiungere il proprio obiettivo facciano sempre la differenza. Quando ho partecipato ai raduni, ad essere sincero, avevo un po’ di tensione, ma è una condizione che a me piace, perché avere tensione spesso porta a fare qualcosa di importante, aumenta la concentrazione, sia in allenamento che in partita. Nella fase a gironi affronteremo le rappresentative regionali di Umbria e Toscana, non ho idea del valore degli avversari, ma non importa, perché dipende tutto da noi. L’obiettivo è sicuramente quello di fare di tutto per vincere, per non avere rimpianti a fine partita. Sappiamo quali sono i nostri punti di forza e dovremo essere bravi a sfruttarli. Il torneo è sicuramente una bella vetrina, ma la mia volontà è continuare nel Porto Rotondo anche la prossima stagione e continuare il mio percorso di crescita. Spero che avrò occasione di giocare ancora di più rispetto a quest’anno e, ovviamente, dipende tutto da me: devo essere bravo a mettere in difficoltà il mister in allenamento e sfruttare le occasioni“.

Davide Delogu
Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura