US Tempio, addio al bomber Valenti: “Scelta loro, volevo restare” – VIDEO

sergio valenti bomber us tempio2

L’ex bomber del Tempio Sergio Valenti racconta la separazione dalla società.

Le strade dell’US Tempio e del capitano e bomber della squadra Sergio Damian Valenti si separano. Il centravanti argentino, 38enne, ha trascinato coi suoi gol e la sua indiscussa tecnica di categoria superiore i galletti alla conquista dell’Eccellenza, diventando capocannoniere nella stagione regolamentare del girone C della Promozione con 21 reti.

La separazione però non è consensuale. Si percepisce soltanto, dalle parole del presidente Salvatore Sechi diffuse in un comunicato della società: “Questo è il momento doloroso delle scelte: insieme al mister abbiamo parlato col giocatore e ci siamo lasciati nel migliore dei modi”, prima dei ringraziamenti di rito.

Ma il giocatore è rimasto malissimo: “Voglio che i tifosi sappiano chiaramente la verità. La società ha deciso di puntare su giocatori giovani. Scelta legittima, ma che va spiegata ai tifosi senza ambiguità e che io stesso non capisco. Sono molto dispiaciuto. Considero Tempio la mia città, ma io continuerò a giocare, purtroppo lontano da qui. Sto ricevendo tanti contatti. Valuterò con attenzione la scelta migliore per me e la mia famiglia”.

Sergio Damian Valenti, 38anni, da La Plata, centravanti di classe, ha speso una vita nel calcio professionistico sudamericano. Più di 150 gol nella serie C argentina, una cinquantina di gol tra le serie A argentina, cilena, messicana e uruguayana. Poi all’inizio della pandemia la scelta di giocare in Europa. Un campionato all’Ilvamaddalena, uno all’Alcione, poi la scorsa stagione l’approdo al Tempio, dove lui e la sua famiglia pensavano di aver trovato definitivamente casa. Credeva di aver meritato – a suon di gol e di prestazioni di altissimo livello – una conferma per la terza stagione consecutiva tra le fila dei galletti. Poi l’amara sorpresa.

Il giocatore ha affidato a Galluraoggi.it un videomessaggio in cui rivolge un saluto ai tifosi del Tempio.

Condividi l'articolo