Serie C, Olbia sconfitta immeritatamente dal Pontedera

I padroni di casa vincono 2 a 1.

Un’Olbia volenterosa cede per 2 a 1 a un cinico Pontedera nella prima gara del girone di ritorno. Ai bianchi di mister Canzi non basta condurre il gioco per l’intera durata della gara né passare in vantaggio dopo 9′ a coronamento di una splendida azione in verticale. La squadra locale riesce prima a pareggiare con un tiro da fuori area e poi a vincere con il più facile dei colpi di testa.

Al 9′, la rete di Udoh. Emerson verticalizza per Ladinetti che a sua volta lancia nello spazio il numero nove, che brucia la marcatura e chiude con un pregevole diagonale vincente. Sembra essere il preludio a una vittoria, perchè la manovra del Pontedera non sembra poter impensierire. Biancu al 15′ innesca un contropiede che Risaliti può fermare solo con le cattive. Sul punto di battuta vanno Ragatzu ed Emerson, batte il primo e la palla fa la barba al palo. 

L’Olbia è in controllo, ma il Pontedera in agguato. E così, al 24′, una palla ben lavorata da Magrassi al limite dell’area arriva sui piedi di Milani che, elusa l’opposizione di Ladinetti, calcia forte e angolato dove Tornaghi non può arrivare. È 1 a 1. Il Pontedera pareggia quindi al primo tiro in porta, ma l’Olbia non si scompone e dopo averci provato con Cadili al volo dalla distanza, ha la più ghiotta delle occasioni con Ragatzu al 42′, ma l’attaccante trova un superlativo Sarri in uscita che devia in angolo il suo tiro.

Nella ripresa si parte con gli stessi effettivi e l’Olbia prende subito in mano il pallino del gioco, andando al tiro con Biancu. Al 51‘ il Pontedera passa al secondo affondo. Catanese crossa dalla sinistra e Magrassi, lasciato solo in area, non deve far altro che mettere la testa per il gol che vale il 2-1. L’ingenuità difensiva è evidente, tuttavia i bianchi non si scompongono e tornano a spingere in cerca del pareggio soprattutto sulla fascia destra. Prima Udoh lavora un gran pallone che Benassai riesce a liberare in area, poi Pisano al 58′ mette dentro con il sinistro un pallone che Pennington manca d’un niente. 

L’ingresso di Cocco al 64′ inaugura la girandola di cambi dell’ultima mezz’ora di gara. Canzi vara quindi un tridente, e proprio l’attaccante, al 68′, si avvita su un cross dalla sinistra con un colpo di testa che finisce sul fondo. L’Olbia continua a premere sull’acceleratore e a comprimere il Pontedera nella propria metà campo, ma la muraglia granata eretta da Maraia riesce a reggere l’urto seppur con evidente affanno. L’Olbia spinge prevalentemente sulle fasce, da dove gli esterni bianchi producono una grande quantità di cross disarmata dai difensori locali. Fino a quando, all’81′Biancu va sul fondo e crossa un pallone che viene respinto. Gli olbiesi chiedono il rigore per fallo di mano. L’arbitro e il suo assistente non ravvedono il fallo e concedono il corner.

I minuti finali sono nel segno di Altare. All’84’ sbaglia il retropassaggio per Tornaghi mandando Magrassi a concludere a porta vuota prima di ricomparire in scivolata alle spalle della punta per contrastare il tiro. Poi, al 91′, si fionda in area granata e va alla conclusione trovando la decisiva opposizione di un difensore. È l’ultima emozione di una gara che l’Olbia ha dominato e perso per ingenuità.

TABELLINO
Pontedera-Olbia 2-1 | 20ª giornata

PONTEDERA: Sarri, Matteucci, Piana, Risaliti, Perretta, Catanese (85′ Benedetti), Caponi, Barba, Milani, Semprini (72′ Stanzani), Magrassi. A disp.: Angeletti, Di Furia, Regoli, Pretato, Vaccaro, Giani, Benassai, Rovai, Nero, Bardini. All.: Ivan Maraia
OLBIA: Tornaghi, Pisano (78′ Arboleda), Altare, Emerson, Cadili, Pennington (78′ Marigosu), Ladinetti, Lella (64′ Cocco), Biancu, Ragatzu, Udoh (78′ Doratiotto). A disp.: Van der Want, Barone, Secci, La Rosa, Demarcus, Occhioni, Belloni. All.: Max Canzi
ARBITRO: Carlo Rinaldi (Bassano del Grappa). Assistenti: Fabio Dell’Arciprete (Vasto) e Giacomo Monaco (Termoli). Quarto ufficiale: Stefano Peletti (Crema)
MARCATORI: 9′ Udoh, 24′ Milani (P), 51′ Magrassi (P)
AMMONITI: Risaliti (P), Catanese (P), Semprini (P), Ladinetti, Doratiotto, Perretta (P)
NOTE: Recupero: 1′ pt, 3′ st. Gara giocata a porte chiuse.

(Visited 167 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!