Tempio Pausania, rivoluzione in Comune. Biancareddu azzera la Giunta

Ritirate anche le deleghe agli assessori.

Giunta azzerata e deleghe assessoriali e consiliari ritirate.  Il sindaco di Tempio Andrea Biancareddu  rilancia l’azione di governo e  riprende in mano il timone della città esercitando le prerogative che la legge gli attribuisce. Il Sindaco intende ufficializzare l’ingresso in una fase di accelerazione del lavoro e dell’impegno per dare nuovo slancio ed una rinnovata energia all’attuazione degli obiettivi strategici di fine mandato e per rivalutare, in termini di migliore coerenza con le prerogative di indirizzo,  l’utilizzo delle risorse e l’ottimizzazione della spesa in modo da dispiegare pienamente  in città la programmazione messa in campo.

E’ arrivato il momento di accelerare. Biancareddu vede all’orizzonte la sua fase due ed intende portare a sintesi e conclusione il lavoro svolto fino a questo momento  arrivando al traguardo a vele spiegate, senza risparmiarsi.  “Gli anni che abbiamo davanti saranno estremamente impegnativi e la giunta che metterò  in campo nascerà da queste valutazioni. Ho analizzato e monitorato specifici settori dell’amministrazione locale e ho deciso di apportare dei correttivi che ritengo utili e necessari”. Positiva dunque l’azione di governo svolta fin d’ora, improntata da lodevole e apprezzabile impegno dell’intero esecutivo, ma è necessario un rilancio per lo sprint finale che richiede sia una nuova che una diversa distribuzione delle deleghe assessorili già conferite che renda ancora più efficace ed efficiente, anche in base ad attente analisi, l’azione di governo.

Dopo il giro di boa che ha aperto la seconda parte del mandato,  Biancareddu fa dunque il tagliando ai primi tre anni di amministrazione. “Prima di tutto la città, i tempiesi e il territorio” è il motto del primo cittadino che è disposto a rischiare tutto pur di tenere fede agli impegni assunti con gli elettori nel 2015 che lo hanno fortemente voluto investendolo del suo ruolo  con una straordinaria vittoria elettorale.

E lo fa con decisione, esercitando quell’autonomia della sfera istituzionale che rimette in via esclusiva al Sindaco la scelta della compagine di cui avvalersi per l’amministrazione del Comune nell’interesse della città,  visto che su di lui ricade la pubblica responsabilità rispetto al governo locale ed ai risultati dell’amministrazione. La nomina della nuova giunta avverrà  nelle forme previste e in tempi tali da garantire al sindaco  di valutare con la dovuta calma  la messa a punto della sua squadra.

 

(Visited 423 times, 7 visits today)

Note sull'Autore