A Tempio inizia l’era del sindaco Addis: Biancareddu è incompatibile

Primo Consiglio con Addis sindaco.

Con 13 presenti il Consiglio comunale a Tempio Pausania – il primo con Gianni Addis nelle vesti di sindaco – si è svolto regolarmente. Scongiurata, infatti, la possibile e temuta crisi. Il numero legale è stato raggiunto grazie alla presenza dell’ex vicesindaco Anna Paola Aisoni e tutti i cinque componenti delle opposizioni di centrosinistra.

Due i punti all’ordine del giorno: interrogazioni e interpellanze e l’accertamento in via definitiva dell’incompatibilità del sindaco, Andrea Biancareddu. Previo accordo tra i capigruppo, il primo punto è stato rimandato al prossimo Consiglio, affrontando solo la votazione sull’incompatibilità. Risultato scontato e unanimità nel voto di accertamento, obbligato per legge.

Prima della votazione consiliare sono intervenuti i due capigruppo di minoranza, Antonio Addis e Antonio Balata, i quali hanno duramente criticato le mancate dimissioni di Biancareddu. Queste avrebbero consentito il rinnovo degli organi politici tempiesi a metà giugno.

“Il nostro sindaco ha scelto ancora una volta di non decidere, lasciando ad un’altra seduta di Consiglio il compito di dichiarare in via definitiva l’incompatibilità”, attacca Antonio Addis di Ripensare Tempio. “Per la legge non sarà sufficiente la seduta di oggi e a distanza di 10 giorni dovrà nuovamente essere convocato il Consiglio per la surroga dell’ormai decaduto Biancareddu”, ha dichiarato il consigliere.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura