Coronavirus, crollano le assunzioni: solo a Olbia già persi quasi 7mila posti di lavoro

Il dato peggiore della Sardegna.

Sono 26mila le assunzioni in meno in Sardegna dall’inizio dell’emergenza coronavirus confrontate con lo stesso periodo dell’anno precedente.

Dati allarmanti quelli forniti dall’Aspal della Sardegna che mostrano come tutto l’economia abbia già risentito della gravissima crisi, in un anno che nel periodo pre coronavirus aveva segnato un +2.000 tra le assunzioni rispetto al 2019.

Il settore più colpito è di gran lunga quello degli alberghi e ristoranti, i più penalizzati dalle chiusure e dal calendario di apertura per questa emergenza sanitaria e per lo stop del turismo. Segue l’istruzione, il noleggio e servizi alle imprese e le costruzioni.

Tra i comuni più colpiti in Gallura quelli con una forte vocazione turistica Il centro per l’impiego di Olbia segna il crollo delle assunzioni più alto tra quelli della Sardegna con -6.880 (-72%), mentre quello di Tempio Pausania -556(-52%) rispetto allo stesso periodo del 2019.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura