Per i dipendenti di Air Italy si va verso il licenziamento collettivo

La comunicazione dei liquidatori di Air Italy.

Sono in arrivo le comunicazioni formali con le quali i liquidatori di Air Italy comunicano l’apertura della procedura prevista dalla legge per i licenziamenti collettivi dei 1445 lavoratori di Air Italy. La legge impone alle aziende che intendano procedere al licenziamento collettivo del proprio personale, di comunicare preliminarmente l’intenzione ai sindacati e di avviare degli incontri con gli stessi e con la mediazione del Ministero del Lavoro

Tale procedura ha una durata prefissata per legge di 75 giorni prima dei quali non si può procedere a nessun licenziamento. Tuttavia, decorso questo termine, in difetto di soluzioni alternative, l’azienda potrà procedere. “Chiediamo alla Regione Sardegna, sprofondata in un assordante silenzio dopo l’annuncio di voler procedere alla costituzione di una compagnia aerea a capitale pubblico – privato, di comunicarci lo stato dell’arte di tale progetto – afferma Marco Bardini dell’Anpav Sardegna -.
Abbiamo già formalizzato a tal proposito, al presidente Solinas, una richiesta di urgente incontro”.

L’Anpav si appella anche al governo, a cui chiede di trovare “un partner industriale serio che intenda investire in un progetto di rilancio”  e “di dotare anche i lavoratori di Air Italy delle stesse tutele e garanzie di cui dispongono i lavoratori di Alitalia”. E poi chiede all’azionista Qatar, che ha altri investimenti in Sardegna, di includere “nelle prossime assunzioni i lavoratori di Air italy che saranno licenziati a causa della gestione fallimentare del proprio managemen”.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura