Giro di baby squillo ad Olbia, muore di overdose uno degli indagati

Giallo sulla morte di un giovane residente a Olbia.

È giallo sulla morte di Eduard Mihai, un 20enne di origine romena, ma residente ad Olbia. Il giovane si trovava in un hotel di Firenze con la sua fidanzata quando, per cause in fase di accertamento, è stato stroncato da un malore.

L’ipotesi più probabile è che sia deceduto a causa di un’overdose di cocaina. Poche ore prima della morte, il giovane era uscito dal carcere con la donna dove scontava i reati di favoreggiamento, sfruttamento e induzione alla prostituzione, anche nei confronti di minori e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’avvocato di Mihai aveva chiesto e ottenuto, lunedì scorso, la misura degli arresti domiciliari. La vittima avrebbe dovuto imbarcarsi per Olbia, dov’era stato arrestato, ma, insieme alla fidanzata, hanno optato per un cambio di programma che li ha spinti a sostare in un hotel fiorentino. Lì si è consumato il dramma.

A nulla è servito l’intervento del personale sanitario, che ha constatato il decesso del 20enne. La ragazza, nel rispetto dei provvedimenti del giudice è ritornata nella sua abitazione, a Pozzomaggiore, dove sconterà gli arresti domiciliari. A far chiarezza sulla vicenda sarà l’esame autoptico disposto sulla salma di Mihai.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura