Uno sceneggiatore di Olbia in finale allo Screamfest di Los Angeles

Daryl Putzu sceneggiatore Olbia

Lo sceneggiatore di Olbia alla finale di un festival americano.

Lo sceneggiatore Daryl Putzu, di Olbia, classe ’87, è arrivato in finale allo Screamfest di Los Angeles, il concorso di sceneggiature horror più importante degli Stati Uniti. Lo ha fatto con una sceneggiatura, “The Dark Gift”, scritta a 4 mani con l’inseparabile amico e collega Sergio Pintore, classe 88, di Sassari.

I due sceneggiatori sono già noti per il cortometraggio Male Fadau (2020) e per i film attualmente in produzione Videmortos, del regista cagliaritano Matteo Incollu. Attualmente il loro portfolio di sceneggiature conta 2 film italiani e 6 in inglese-americano.

Putzu e Pintore il 19 Ottobre, al TCL Chinese 6 Theatres di Hollywood parteciperanno alla cerimonia finale del festival, dove verrà annunciata la sceneggiatura vincitrice di questa edizione. In palio, la famosa statua a forma di teschio, 1000 dollari e incontri con agenti, manager e alcune delle case di produzione horror più famose al mondo.

“E’ una passione che ho da quando ho memoria. Diciamo che è nata con me – racconta Daryl Putzu, in arte Daryl D. Well -. Da quando alle elementari scrivevo brevi racconti e imbastivo storielle con i miei giocattoli. Poi, crescendo, si è ampliata, legandosi soprattutto al cinema – anche se mi piacerebbe scrivere pure per fumetti e videogiochi -. Però, per certi versi, sono sempre quel bambino lì che non ha mai smesso di tirare fuori storie”.

La formazione.

“Ho preso una laurea triennale all’università di lettere e filosofia di Siena, in “Scienze dei beni storico-artistici, musicali, cinematografici e teatrali”, racconta lo sceneggiatore olbiese -. Poi al La Sapienza ho preso un master di primo livello in sceneggiatura, più precisamente “sceneggiatura transmediale”, che includeva fumetti e videogiochi. Infine ho frequentato il corso internazionale di alta formazione per sceneggiatori “Dino Audino”, sempre a Roma”.

L’incontro artistico più importante.

“In quest’ultimo corso, ormai 8 anni fa, ho conosciuto Sergio – prosegue Putzu -, con il quale siamo diventati partner di scrittura, oltre che amici. Entrambi abbiamo sempre voluto trovare una persona con cui collaborare a lungo termine alle nostre passioni, ma fino a quel momento non avevamo avuto fortuna, per cui ci siamo finalmente “trovati”. Abbiamo entrambi il sogno di scrivere non solo in Italia ma anche all’estero, soprattutto negli Usa e in Canada, per cui abbiamo fin da subito puntato su sceneggiature in inglese con cui partecipare ai contest di sceneggiatura che negli Stati Uniti, al contrario di qua, abbondano. Nella vita al momento mi dedico solo alla sceneggiatura”.

Condividi l'articolo