Insultò il sottosegretario Sileri per difendere i no vax, nei guai 60enne di Santa Teresa

pierpaolo sileri no vax santa teresa gallura

Alla sbarra 60enne di Santa Teresa Gallura che insultò Sileri per difendere i no vax.

E’ capitato che, nell’assurdità del periodo della pandemia, politici, esperti e anche opinionisti inclini al conformismo vaccinatorio, prendessero di mira i “no vax”, con l’esternazione di posizione spesso offensive e allarmistiche. Ne sa qualcosa un 60enne di Santa Teresa Gallura che, sentendo il sottosegretario Sileri inveire contro i no vax in una trasmissione televisiva condotta da Giovanni Floris, pensò di rispondere al politico sui social network, insultandolo.

Il duro intervento del politico causò la reazione di tantissime persone su internet, tanto da spingerlo, a sua volta, a una rappresaglia giuridica. Nel mirino anche il sessantenne di Santa Teresa Gallura, che per difendere i no vax è finito alla sbarra, denunciato per diffamazione aggravata dal mezzo stampa. Tale è infatti considerato un semplice post pubblicato nella propria bacheca di Facebook. Presso il Tribunale di Roma, dove si è già svolta la prima udienza. Come si legge su La Nuova Sardegna, l’avvocato difensore dell’uomo gallurese ha, infatti, già chiesto e ottenuto il trasferimento del processo al tribunale di Tempio Pausania per incompetenza del giudice romano, dato che i fatti si sono svolti a Santa Teresa Gallura.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura