Tragedia della Moby Prince, il premier Draghi: “Nessun atto è stato secretato”

Moby Prince

Il premier Draghi risponde alla commissione d’inchiesta sulla Moby Price.

Sono ormai passati più di 30 anni da quel tragico 10 aprile 1991, quando il traghetto Moby Prince e una petroliera dell’Agip si scontrarono nel mare di Livorno. Una tragedia che causò 140 vittima e una ferita ancora aperta per la Sardegna e per l’Italia.

Proprio oggi si torna a parlare di quell’incidente, le cui cause sono ancora avvolte nel mistero. Il presidente del Consiglio Mario Draghi, rispondendo alla commissione d’inchiesta chiamata a far luce sul disastro, ha riferito che non risulta nessun documento secretato e che tutti gli atti i possesso del Comando Generale e della Capitaneria di porto sono a disposizione per far luce sulla vicenda.

Condividi l'articolo