Abusi edilizi sull’isola di Tavolara, in 6 citati a giudizio in tribunale

Il cantiere sequestrato sull’isola di Tavolara.

Si avvicina il momento della verità processuale per il cantiere edilizio sull’Isola di Tavolara, sequestrato dalla Procura per abusivismo. Il procuratore Gregorio Capasso ha citato a giudizio i committenti, il direttore dei lavori e l’impresa costruttrice. In totale 6 persone. L’udienza è in programma il 7 gennaio 2021. Sono accusati, in concorso fra loro, di aver realizzato opere ritenute abusive in assenza di permesso di costruire e di autorizzazione paesaggistica, della demolizione integrale di un fabbricato rurale del 1936 e di una nuova costruzione in totale difformità del provvedimento unico Comune Olbia.

Il G.I.P. presso il Tribunale di Olbia aveva convalidato il 13 settembre 2019 il sequestro preventivo. La vecchia casa rurale era stata trasformata in una villa di circa 300 metri quadrati su due piani, in corso di completamento a un centinaio di metri dal mare. Le indagini di procura e carabinieri erano partite dall’azione avviata dal Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, che, su segnalazione di un gruppo di turisti, aveva inoltrato una specifica istanza di accesso civico e informato la Procura.

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus, qualificata come “parte offesa” da parte della Procura, presenterà istanza di costituzione di parte civile nel dibattimento.

(Visited 1.677 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!