Alle vittime della tragedia del Monte Pino chiesto di pagare per recuperare le loro auto distrutte

La richiesta a pochi giorni dall’anniversario.

Ha dello sconvolgente la notizia riportata questa mattina dal quotidiano La Nuova Sardegna. Secondo quanto dichiarato da Alessandro Fiore in un’intervista, il figlio di Bruno Fiore e Sebastiana Brundu morti nel crollo della strada del Monte Pino, sarebbe stato richiesto di recuperare a proprie spese i rottami dell’auto caduta nella voragine durante l’alluvione del 2013.

La stessa richiesta è stata fatta anche a Veronica Gelsomino, l’unica sopravvissuta alla tragedia. Al dolore della tragedia si somma anche l’indignazione in questi giorni così vicini all’anniversario del crollo.

Una richiesta assurda secondo i parenti delle vittime, che provvederanno al recupero delle auto anche grazie ad un‘autofficina che si è detta disponibile ad intervenire gratuitamente.

(Visited 1.466 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!