Operativa in Sardegna la zona economica speciale: cosa cambia

La Sardegna è zona economica speciale.

La Zes, zona economica speciale, diventa operativa in Sardegna. Con la comunicazione di giovedì firmata dal commissario straordinario Aldo Cadau la Regione dà avvio a una delle più importanti misure di sostegno al sistema produttivo sardo, pienamente operativa dalla giornata di ieri.

“La Sardegna taglia un traguardo importantissimo – spiega il presidente della Regione Christian Solinas – insieme a tutti gli altri strumenti messi in campo dalla Regione per arginare la crisi e sostenere la ripresa, oggi possiamo programmare realmente il rilancio dell’economia sarda con uno sguardo fiducioso al futuro, assicurando al sistema produttivo sardo quella fiscalità agevolata attesa da decenni che può essere il vero motore della ripresa economica della nostra isola”.

Le aree individuate, come specificato dal Commissario Aldo Cadau, potranno infatti cogliere le opportunità di crescita insite nello strumento Zes, giovandosi dei benefici indotti dalla politica di sviluppo (credito d’imposta, Sportello Unico digitale Zes, semplificazione del sistema di governance Zes volto a favorire la cantierabilità degli interventi in tempi rapidi nonché l’insediamento di nuove imprese) e coniugando l’incremento economico con quello sociale e urbanistico delle aree coinvolte.

In seguito al percorso di confronto e concertazione con i diversi soggetti interessati e all’analisi delle verifiche territoriali, è stato completato l’elenco dei comuni interessati, quindi la specifica individuazione di tutti i dati catastali suddivisi per Consorzio Industriale.

Il risultato dell’analisi ha confermato le scelte territoriali, in un’ottica di equilibrio, di inquadramento urbanistico, di collegamento economico-funzionale e nel rispetto di una logica di continuità tanto spaziale quanto economico funzionale.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura