Ricerca e innovazione, la Sardegna e il Friuli Venezia Giulia fanno squadra

Il presidente Pais, il governatore Fedriga, il senatore Doria e il presidente Zanin.

Una delegazione della Sardegna in visita a Trieste.

Gettare le basi per la collaborazione scientifica e culturale tra gli enti di ricerca del Friuli Venezia Giulia e quelli della Sardegna. È questo l’obiettivo della missione in regione della delegazione istituzionale guidata dal presidente del Consiglio regionale della Sardegna Michele Pais, che nel pomeriggio è stata ricevuta a Trieste dal governatore Massimiliano Fedriga.

Nel corso dell’incontro, al quale hanno partecipato tra gli altri il presidente del Consiglio regionale del Fvg Piero Mauro Zanin, il rettore dell‘Università degli Studi di Sassari Gavino Mariotti e il senatore Carlo Doria, sono stati sottolineati gli elementi che, nonostante la distanza geografica, accomunano il Friuli Venezia Giulia e la Sardegna, come l’autonomia speciale sotto il profilo amministrativo e sotto quello storico le vicende della Grande Guerra, che vide la Brigata Sassari impegnata sull’Isonzo, e dell’Esodo Istriano-Fiumano-Dalmata con la creazione vicino ad Alghero del borgo di Fertilia.

Nel corso dell’incontro il governatore Fedriga ha sottolineato che “il trasferimento alle imprese delle innovazioni scientifiche è una delle grandi sfide europee” ed evidenziato “l’importanza della collaborazione e della creazione di reti che consentano di mettere a fattore comune le risorse, favorendo il dialogo e valorizzando quelle differenze e tipicità che rappresentano una delle più importanti ricchezze del nostro Paese”.

L’attenzione si è rivolta al Digital Innovation Hub del Friuli Venezia Giulia. Nato dall’impegno della Regione Fvg, del ministero dell’Università e della Ricerca e del ministero dello Sviluppo economico, è uno degli asset strategici di Argo, il sistema industriale basato sull’innovazione di processi e prodotti per aumentare la competitività del territorio.

La delegazione guidata dal presidente del Consiglio regionale della Sardegna, Michele Pais, ha imparato a conoscere attraverso la presentazione di Massimo Rudello e Marco Lavaroni dell‘Area Science Park di Padriciano, alle porte di Trieste, e a cui ha partecipato anche il presidente del Consiglio regionale Fvg, Piero Mauro Zanin.

“Abbiamo visto come esista un’importante alleanza tra ricercatori e imprenditori – ha detto quest’ultimo -. Gli imprenditori fanno delle richieste per massimizzare la produzione, efficientare i cicli, rendere migliori i loro prodotti e in Area Scienze Park trovano la capacità del fare, viene data loro la possibilità che questi prodotti abbiano poi successo sul mercato”.

“Si tratta di una realtà specializzata sulla ricerca e sull’innovazione, quella che abbiamo visitato – gli ha fatto eco Pais – che però non è fine a sé stessa, ma applicata. Si tratta di un connubio tra enti pubblici e aziende private per una competizione internazionale che all’Italia oggi serve molto”.

Della stessa opinione un altro componente della delegazione sarda, il senatore Carlo Doria, a detta del quale “oggi più che mai, in un momento di ripresa e resilienza, la tecnica deve mettersi a disposizione della rinascita della società, dell’industria e dell’economia. Ci riproponiamo di stringere dei rapporti sempre più stretti con il mondo scientifico e universitario del Fvg per contribuire insieme alla ripartenza dell’Italia”.

E di “speranza di aver costruito un legame. Siamo venuti qui appositamente per cercare alleanze e sinergie che sviluppino ricerca”, ha detto anche il rettore dell’università di Sassari, Gavino Mariotti.

Non si è tirato indietro Zanin, assicurando che “si sta stringendo una collaborazione tra due Regioni a statuto speciale, il Friuli Venezia Giulia e la Sardegna, che si impegnano a dare risposte non solo alle proprie comunità ma all’intero Paese”.

(Visited 272 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!