Olbia, omaggio in musica a Grazia Deledda

Data

Mag 26 2024
Evento terminato!

Ora

18:00

Olbia, omaggio in musica a Grazia Deledda

Olbia, omaggio in musica a Grazia Deledda nel giardino dell’Archivio Mario Cervo, domenica 26 maggio ore 18.

L’evento era previsto per sabato 25 alla stessa ora, ma, date le previsioni meteo, è stato posticipato a domenica 26, come potete leggere nel sito dell’Archivio Mario Cervo al seguente link https://www.archiviomariocervo.it/website/claudia-crabuzza-grazia-la-madre/

Sarà la cantante algherese Claudia Crabuzza a rendere omaggio all’autrice proponendo, insieme ad Andrea Lubinu e Fabio Manconi, i brani dal suo ultimo CD intitolato Grazia, la Madre – Omaggio in musica a Grazia Deledda dedicato appunto a Grazia Deledda (1871- 1936) in occasione del 150° anno dalla nascita. 

La scrittrice sarda, è l’unica italiana ad aver ricevuto il premio Nobel per la letteratura.
Grazia Deledda è madre non solo della cultura sarda ma anche della letteratura tout court per aver precorso i tempi, per l’innovazione e la modernità dello stile letterario, per la libertà della sua espressione 
artistica e per il ruolo ottenuto anche grazie al grande riconoscimento dell’Accademia del Nobel, all’interno di una società che allora, ma spesso ancora oggi, è completo appannaggio del genere maschile. Per costruire una tradizione della cultura femminile è necessario riconoscere le madri che nel tempo hanno regalato al mondo se stesse e la propria arte, e madre è stata certamente Grazia Deledda, una colonna su cui dobbiamo continuare ad appoggiarci, capace di trasformare il piccolo e ostico mondo 
delle sue origini in racconto universale di esperienza e di volontà di emancipazione.

Il disco, e di conseguenza i brani che verranno proposti dal vivo, nasce da un’idea di Stefano Starace, giornalista e operatore culturale, che ha scritto dieci testi e gode della partecipazione del poeta Michele Pio Ledda che ha lavorato all’adattamento di tutte le parti in lingua sarda.
I brani saranno interpretati dalla voce di Claudia Crabuzza, cantautrice laureata in lingue, che ha adattato i testi alla forma canzone insieme ad Andrea Lubinu e Fabio Manconi, componenti dei Chichimeca, gruppo storico nato in Sardegna del 2000 con alle spalle tre dischi pubblicati dall’etichetta indipendente Tajrà.
Il suo disco solista in catalano di Alghero “Com un soldat” ha vinto la targa Tenco come miglior opera in dialetto e lingue minoritarie del 2016.
Sempre per il Premio Tenco ha presentato alla Pigna di Sanremo nell’ottobre 2019 il suo lavoro di traduzione in italiano di alcune canzoni di Violeta Parra.

Il concerto fa parte degli eventi promossi dalla Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport per la ricorrenza di “Sa Die de sa Sardigna” e sovvenzionato dalla RAS.

Condividi l'articolo