Emergenza rifiuti a La Maddalena, la Ciclat adesso vuole recedere dal contratto

La Ciclat ha in gestione la raccolta dei rifiuti.

L’emergenza rifiuti resta in cima alle priorità dell’amministrazione comunale di La Maddalena. Soprattutto in seguito alla lettera con cui la Ciclat ha comunicato, ieri, la volontà di recedere dal contratto.

Dopo l’incendio del 28 gennaio scorso all’ecocentro di Moneta, in numerose zone dell’isola, permangono molte criticità legate alla raccolta dei rifiuti, che vanno a sommarsi alle altre mai risolte. Il ritiro della plastica tra giovedì e venerdì, annunciato dalla ditta Ciclat nella riunione del Coc, il Centro operativo comunale, non è stato completato. Qualche piccolo passo in avanti, però, è stato fatto.

In alcune zone sono stati effettuati ulteriori ritiri, ma gli accumuli di rifiuti precedenti i fatti del 28 gennaio sono, ancora, notevoli. Per smaltirli e tornare a una situazione di normalità servirà ancora tempo. L’impresa, nonostante le richieste del Comune, non ha fornito un piano operativo di mezzi, uomini e attività e procede con comunicazioni quotidiane degli interventi.

L’amministrazione, intanto, invita i cittadini a continuare a collaborare, come sempre fatto, in particolare in questi ultimi giorni. “Stiamo studiando in modo approfondito la soluzione migliore per la comunità ha dichiarato il sindaco Luca Montella – tenendo conto delle esigenze di un territorio che deve affrontare una stagione turistica alle porte”.

(Visited 161 times, 1 visits today)

Note sull'Autore