Parco di La Maddalena e Comune allo scontro sulla festa velica di Caprera

Il primo cittadino risponde alle polemiche.

Il sindaco di La Maddalena Luca Montella risponde alle critiche dei consiglieri del Direttivo del Parco, circa la sua presenza ad un evento tenutosi alcuni giorni fa a Caprera, a Porto Palma.

“Rispondo, in qualità di sindaco. Ho partecipato alla veleggiata a mare Tag heuer Vela cup organizzata dal Giornale della Vela e dal Centro Velico Caprera – dichiara Montella –. Non solo una grande festa della vela, ma anche una occasione per dire no alla plastica e imparare tutti i trucchi per diventare ecomarinai grazie alla partnership con Medplastic, l’associazione creata dal Giornale della Vela e da Barche a motore per la salvaguardia del Mediterraneo”.

“È stata una bella regata alla quale hanno partecipato settanta barche a vela, che rispettano l’ambiente più di qualunque altro mezzo, con grande ritorno mediatico anche per l’isola, il suo ambiente e lo stesso Parco, se solo avesse pensato al valore di questa manifestazione. Non è stata una piattaforma con discoteca per pochi ricchi come vorrebbero far credere alcuni consiglieri del Parco”, prosegue il sindaco.

“Alla regata hanno partecipato ricchi, meno ricchi, poveri in canna, allievi delle scuole. La grande bellezza di questo sport è proprio questo: unire le persone indipendentemente dal portafoglio in nome di un amore comune, che è quello per il mare. Non è vero che il sottoscritto ha partecipato a una sontuosa festa con dj e discoteca. Dopo la regata sono ritornato a Porto Palma per trattenermi lì giusto in tempo per le premiazioni. Subito dopo mi sono recato a Tegge per partecipare alla meritoria cena di volontariato organizzata per i bambini del Centro oncologico pediatrico della Casa sollievo della sofferenza di Padre Pio. Evento al quale non ho visto partecipare alcun consigliere del direttivo del Parco”, continua il sindaco Montella.

“Fino a quando sono stato a Porto Palma nessuno danzava. Il comitato festeggiamenti di Santa Maria Maddalena si occupava di rifocillare i regatanti (alla faccia di chi vuol dire che si trattava di una festa per ricchi). Ci tengo a ribadire che sosterrò sempre le regate veliche e tutte le iniziative ambientali di tale natura. Dispiace che proprio i membri del direttivo del Parco non sappiano tradurre i significati ambientali di certe manifestazioni che per missione dovrebbero essere i primi a sostenere”, conclude Montella.

(Visited 697 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!