Inquinamento ambientale simulato a Caprera, l’addestramento della Protezione civile

“Caprera 2024 – dedicata a Franco e Davide” della Protezione civile

di Carolina Bastiani

Nell’isola di Caprera si è svolto l’addestramento della Protezione civile, un’operazione chiamata “Caprera 2024 – dedicata a Franco e Davide”. L’evento organizzato dall’associazione volontari di Protezione Civile di La Maddalena ha avuto anche il patrocinio, il contributo e l’ospitalità di diversi Enti. Il tema era la protezione dell’ambiente marino e costiero dall’inquinamento da idrocarburi. Una questione di vitale importanza per questo territorio che, data la sua posizione geografica, è sottoposto ad un intenso traffico commerciale e, nella stagione estiva, alla presenza di un elevato numero di imbarcazioni. Scopo principale, dunque, era diffondere le conoscenze in materia di inquinamento, al fine di sviluppare e condividere le strategie da adottare in caso di emergenza ambientale.

Per rendere il tutto più produttivo, c’è stata la simulazione di uno scenario per verificare la tempestività dei circa cinquanta volontari di Protezione Civile presenti. Volontari provenienti dalla Gallura: Amici di Forza Paris, San Pantaleo, Gaia, ERA, Capo Ceraso, Alta Gallura, Palau e gli Amici della Polizia. Alla manovra hanno partecipato anche alcuni studenti dell’I.I.S. “G. Garibaldi” di La Maddalena che svolgono il percorso di PCTO presso l’Associazione di La Maddalena. Tutti insieme, con il parroco don Andrea Domanski, hanno ricordato Franco Conti e Davide Morlè, volontari dell’Associazione di La Maddalena prematuramente scomparsi.

[foto di Tommaso Gamboni]

Condividi l'articolo