Allarme rosso sul clima, Navone: “Olbia aspetta ancora le opere finanziate”

L’allarme lanciato dal candidato sindaco Navone.

“L’ultimo rapporto Onu parla chiaro: i cambiamenti climatici sono al codice rosso in ogni parte del pianeta, compresa l’area del Mediterraneo e l’Italia. Assistiamo sempre più spesso a incendi devastanti, alluvioni disastrose con esiti tragici. In Sardegna conosciamo bene gli effetti di questa emergenza: abbiamo visto l’isola avvolta dalle fiamme nei giorni scorsi e ricordiamo bene quando 8 anni fa ad Olbia una tragedia ha portato via tante vite umane, devastato famiglie e creato danni economici e psicologici con i quali ancora facciamo i conti. Un cataclisma che non deve più ripetersi e bisognava attivarsi subito per mettere al sicuro Olbia”. Sono le parole di Augusto Navone, candidato sindaco alle elezioni comunali di Olbia.

Il Governo, con il piano Italia Sicura, aveva stanziato per Olbia 150 milioni di euro. In molte parti della nostra nazione le opere finanziate sono già state realizzate. Ad Olbia, invece, le risorse sono state spese in minima parte e comunque le opere incongrue non sono state interamente realizzate. “Chi avrebbe dovuto prendersi cura della nostra città, e della nostra incolumità, non lo ha fatto, e chi adesso vuole addurre giustificazioni sui ritardi o presentare progetti futuri inesistenti non è credibile. Ora stiamo rischiando di perdere quelle risorse non utilizzate e noi olbiesi resteremmo danneggiati e beffati”, conclude Navone.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura