A Olbia un centro per la fibromialgia, la richiesta del Comune

La giornata mondiale della fibromialgia a Olbia.

Oggi è la giornata della fibromialgia, una malattia “sconosciuta” che colpisce 4 milioni di persone. Il Consiglio comunale di Olbia ha dedicato, così, un ordine del giorno dedicato alla patologia, con la volontà di creare uno sportello dedicato.

Il Consiglio comunale di Olbia si è unito all’iniziativa del comitato Fibromialgici Uniti-Italia, a cui hanno aderito 38 comuni in Sardegna. L’amministrazione cittadina darà, quindi, ampia informazione sull’iniziativa e di sostenere nel sito la petizione promossa dal CFU Italia e di trasmettere l’atto all’assessore della Sanità per aprire a Olbia un centro dedicato. Il Comune ha, anche, deciso di illuminare il museo archeologico di viola, come segno di adesione all’iniziativa a sostegno del comitato Fibromialgici Uniti-Italia.

Cosa è la fibromialgia e chi colpisce.

Una malattia che colpisce 4 milioni di persone in Italia e compromette la socialità e la vita professionale di chi ne è affetto. Il 90% di chi ne soffre è donna e i pazienti che ne soffrono hanno dolori in varie parti degli organi del corpo. A proposito alcuni comuni hanno creato iniziative per sensibilizzare su questa condizione ancora sconosciuta.

La patologia non è ancora riconosciuta appieno, perché difficile da diagnosticare e, quindi, non hanno diritto a esenzione. “Colpisce sopratutto donne – ha detto la consigliera di opposizione Patrizia Desole – e c’è molto sommerso perché tante non sono diagnosticate. Molti studi hanno dimostrato che la maggior parte di chi ne è affetta sono vittime di violenza di genere, a causa dello stress che gioca un ruolo altissimo nell’esordio”.

(Visited 638 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!