Famiglie senz’acqua, diffida ad Abbanoa. La solidarietà degli amici

Secondo giorno senz’acqua per i condomini di Olbia.

Restano ancora senz’acqua i residenti nel condominio di 4 palazzine, nel quale vivono complessivamente 20 famiglie, in via Bellini 81 ad Olbia. Ieri i tecnici di Abbanoa hanno chiuso i rubinetti dell’acqua delle case, portandosi via, come si fa in questi casi, anche il collegamento del contatore.

La diffida.

Nel frattempo i condomini hanno diffidato tramite il loro avvocato Abbanoa e Area, la società regionale che si occupa dell’edilizia popolare. Quest’ultima aveva negato l’installazione dei singoli contatori per ogni nucleo familiare e si spera che l’azione possa riportare al riallaccio già la prossima settimana.

Qualora l’azione legale fosse sprovvista di risposte, si minacciano vie d’urgenza presso le sedi giudiziarie competenti, per il ripristino della fornitura, nonché, in via ordinaria, per il risarcimento degli ingenti danni subiti dai singoli conduttori a causa dell’omesso preavviso di slaccio.

La solidarietà.

Nonostante sia trascorso il secondo giorno, non si è intravisto nemmeno l’ombra di un’autobotte. Ciò non ha comunque impedito la solidarietà degli amici e conoscenti delle famiglie, che si sono recate sul posto per fornire il loro contributo.

Contratti secondo le condizioni economiche.

La stipulazione di singoli contratti di somministrazione con ciascuno degli assegnatari di immobili di Area in via Bellini, consentirebbe ai residenti di esercitare il loro diritto a godere del regime tariffario coerente con le loro condizioni individuali, nonché di mantenersi in regola con i pagamenti, evitando che si possano ripetere spiacevoli episodi di interruzione dell’acqua. Infatti è plausibile ritenere che gli slacci dell’acqua da parte di Abbanoa, così come quello dei giorni scorsi, siano dovuti ad una situazione di morosità di Area, nei confronti del gestore idrico.

Condividi l'articolo

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura