Mater Olbia, ritardi sull’apertura: “Subito una soluzione per il nuovo ospedale”. Il nodo delle autorizzazioni

mater olbia

Le dichiarazioni del vicepresidente della Commissione salute Tocco.

“Il Mater Olbia rappresenta una grande opportunità per il territorio, ma richiama altrettante responsabilità. E’ una sfida importante per la Gallura e l’intero nord Sardegna. Non è possibile attendere ancora i provvedimenti per dare il via al progetto”. Così il vicepresidente della commissione salute Edoardo Tocco (FI) guarda con un misto di speranza e critiche ai ritardi sull’apertura del presidio.

Un polo di eccellenza sanitaria targato Qatar, che avrebbe dovuto iniziare l’attività già nel 2015. “Siamo ancora in alto mare – dice l’esponente degli azzurri, che porterà la questione in commissione – Non si comprende il motivo di questi ritardi. Il cantiere occupa personale isolano con oltre cento persone l’anno. La clinica potrebbe avere ricadute positive sull’occupazione con 600 nuovi operatori e altri dipendenti legati all’indotto. L’auspicio è che, con la parificazione di tutte le altre strutture private, possa essere un modello per l’alta professionalità degli operatori con  un supporto fondamentale per i piccoli ospedali isolani e consenta di ridurre notevolmente i viaggi della speranza dei pazienti sardi”.

Il percorso autorizzativo subisce però forti rallentamenti: “Una situazione preoccupante perché si consuma troppo tempo per l’apertura della nuova struttura – conclude Tocco –. Per questo occorre avere certezze dalla Regione, con i motivi che stanno portando alla dilazione delle procedure. Dobbiamo mettere i tasselli per accelerare l’avvio dell’ospedale con il via libera alle assunzioni”.

(Visited 611 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!