Isole che Parlano: il programma degli ultimi 2 giorni del festival

Gli eventi di sabato e domenica.

Ultimi due giorni di programmazione a Palau per la XXIII edizione del Festival Internazionale Isole che Parlano diretto dai fratelli Paolo e Nanni Angeli.

Sabato 7 settembre il programma si apre con il tradizionale incontro/lezione alla Chiesa campestre di San Giorgio, dove quest’anno sono ospiti Marouf Majidi, Yasamin Shah-Hosseini, il coro di voci bulgare Trio Evridika e il Tenore Murales de Orgosolo impegnatiin un incontro sul tema Margini di Libertà, un’analisi della relazione esistente tra la tradizione e l’improvvisazione.

A seguire, alle 12 e 45, Il primo canto è affidato quest’anno al Tenore Murales de Orgosolo e al Trio Evridika, che ritroviamo, sempre insieme, nel pomeriggio alle ore 17:00 per la suggestiva processione profana accompagnata dalle musiche tradizionali e la sonorizzazione della Roccia dell’Orso dedicata a Pietro Sassu e Mario Cervo. L’appuntamento, dal titolo, Di Granito XIV Edizione è patrocinato dall’I.S.R.E. Istituto Superiore Regionale Etnografico e realizzato in collaborazione con Archivio Mario Cervo e Itinere s.n.c.

Il Tenore Murales di Orgosolo non ha bisogno di presentazioni, rappresenta una delle eccellenze più importanti nel patrimonio canoro della Sardegna. Il Trio Evridika – gruppo vocale ‘a cappella’ composto da Maria Aleksandrova, Radostina Stefanova e Monica Bozhichkova – propone il repertorio che, negli anni ’70 e 80′, ha reso note nel mondo il mistero delle voci bulgare, polivocalità tutta al femminile in cui convergono tradizione e modernità: folk songs tradizionali, arrangiate e rivisitate, provenienti da diverse aree geografiche della Bulgaria, alternate all’esecuzione di vere e proprie composizioni che hanno la tradizione come fonte di ispirazione.

Al mattino, al termine de Il primo canto, prima di lasciare la Chiesa campestre di San Giorgio, alle ore 13 e 15 ultimo appuntamento per Isole che parlano di sapori con l’Aperitivo campestre e la degustazione di eccellenze enogastronomiche sarde.

La sera, alle 22, ci si sposta nella spiaggia di Palau Vecchio per il concerto dei Ma Rouf. La cultura musicale del leader della band Marouf Majidi è radicata nelle melodie del kurdistan e del medioriente, ma grazie all’apporto del sassofonista, polistumetrista e arrangiatore Jouni Järvelä, il bassista Jukka Haavisto eil batterista Mikko Hassinen il suosonoro incontra e si innesta con una musica di derivazione afro-arabica, riletta con una brillante pronuncia jazz scandinava.

Domenica 8 settembre, Isole che Parlano si chiude con l’atteso Saluto al mare, in programma alle 18 e 30 nella spiaggia di Palau Vecchio, con il concerto solo di Yasamin Shah-Hosseini. Tra le musiciste iraniane più influenti dell’ultima generazione, impegnata nella ridefinizione della tradizione e, soprattutto, nella ricerca dell’improvvisazione tra i modi della musica tradizionale persiana, la giovane musicista di Teheran presenta il suo album da solista Gahan, per oud solo.

Sabato e domenica Isole di NOT(T)E ospita, invece, il Dj set di Dj Zeta, a partire dalla mezzanotte a Il Grillo Risto pub e Il Vecchio Pirata.

(Visited 353 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!