Calcio, mister Marini e capitan Muzzu sul periodo nero del Porto Rotondo

Il Porto Rotondo sconfitto anche sabato.

Nuova sconfitta per il Porto Rotondo nell’ultimo turno di campionato, con un sonoro 3 a 1 per l’Ilvamaddalena. Adesso la crisi di risultati degli olbiesi rischia di compromettere la tenuta mentale della squadra, già provata dalle numerose assenze per infortuni e squalifiche.

“Partita senza grosse difficoltà per l’Ilvamaddalena – commenta Simone Marini, allenatore del Porto Rotondo -. Se già eravamo grave difficoltà all’inizio della partita per le assenze importanti per infortuni e squalificheRuzzittu, Murgia, Piemonte, Varrucciu, Frisciata – la situazione si è aggravata durante la partita con l’uscita di Scanu per infortunio dopo 15 minuti e Seddaiu che abbiamo dovuto sostituire.  Abbiamo cercato di resistere e tenere botta  ma purtroppo in questo momento la situazione è di emergenza totale. Abbiamo lasciato girare un avversario che ha fatto il cross per il primo gol di Tapparello. Poi abbiamo provato a giocare in ripartenza, ma è arrivato il secondo gol, e poi il 3 a 0 quando avevamo già 5 fuoriquota in campo. Nonostante tutto questo, anche oggi mi aspettavo qualcosina di più, alcuni hanno lottato con tutte le forze, qualcuno è incappato in una giornata storta. Onore ai giovani che sono entrati e sono riusciti a organizzare almeno il 3 a 1 cercando di cambiare la partita. Il campionato non è compromesso, siamo passati per momenti peggiori. Purtroppo in una rosa dove ci sono 12 adulti, se iniziano a mancarne 4 o 5, senza nulla togliere ai giovani, non è facile. Il momento è nero, ma  non bisogna abbattersi e non bisogna guardare la classifica adesso. A volte ci sono equilibri che possono mancare, e quindi bisogna sudarsi ogni centimetro, e bisogna che tutti diano il massimo. Dobbiamo tener botta, ci sarà da soffrire e piano piano dovremo cercare di risalire. Il tempo c’è ma bisogna fare in modo che le cose migliorino”.
Il capitano Riccardo Muzzu fa eco a mister Marini: “Sicuramente non è un buon momento, ma ci stiamo mettendo del nostro, perchè nonostante le assenze, ogni volta che prendiamo il primo gol non riusciamo a reagire e aspettiamo un altro schiaffo. Purtroppo sono momenti in cui va male tutto e non si può sbagliare niente, perchè al primo errore fatto si prende gol. Abbiamo vissuto altri momenti simili, ma ci siamo sempre tirati fuori. sicuramente ci tireremo fuori anche stavolta, anche se siamo un po’ sfiduciati. La fiducia la ritroveremo, soffrendo, ma ce la faremo”.

La partita

Parte forte l’Ilvamaddalena, che al 21′ sfonda sulla sinistra con l’ex Malesa, che passa in mezzo a due difensori e mette in mezzo dove l’attaccante Tapparello insacca facilmente. Al 15′ del secondo tempo Melis neutralizza un rigore di Escobar e para anche la ribattuta, tenendo a galla il Porto Rotondo, ma al 19′ del secondo tempo passa l’Ilva, ancora con Tapparello che insacca dopo aver ricevuto il pallone in zona centrale. Al 20′ del secondo tempo arriva il 3 a 0 firmato da Lobrano, che recupera il pallone a centrocampo e si invola verso l’area, entra dal lato corto di destra e insacca con un velenoso diagonale. Al 47′ del secondo tempo arriva il gol della bandiera biancazzurro di Mulas, che riceve palla da Derosas, entra in area e insacca col. portiere in uscita.

ILVAMADDALENA: Manis, Nicotera, Malesa, Chiappetta, Di Pietro, Dombrovoski, Cacheiro, Lobrano, Tapparello, Aiana, Escobar. In panchina: Esposito, Arbus, Lena, Farese, Arrico, Serio, Gallo.
PORTO ROTONDO: Melis, Seddaiu, Luciano, Saggia, Muzzu, Orecchioni, Vitiello, Bruno, Mulas, Pala, Scanu. In panchina: Deiana, Bassu, Delogu, Pinna, Fenu, Degortes, Deiana, Rassu G., Cianfrocca.

Reti: 21’pt Tapparello (I), 19’2t Tapparello (I), 20’2t Lobrano (I), 47’2t Mulas (P)
Ammoniti: Seddaiu (P), Orecchioni(P), Melis(P), Serio(I)

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura