Eccellenza, il San Teodoro-Porto Rotondo pareggia con la Ferrini in casa

Danilo Ruzzittu

La società ha annunciato appello contro la sconfitta a tavolino col Sant’Elena.

Pareggia 1 a 1 il San Teodoro-Porto Rotondo contro la Ferrini Cagliari al termine di una partita dai due volti. I viola sono partiti male, commettendo diversi errori che già al 20′ hanno favorito il vantaggio della squadra avversaria, in contropiede, con Argiolas. In svantaggio e innervosita, la squadra gallurese non è riuscita a a pareggiare prima di chiudere la prima frazione di gioco.

Davanti a una delle tante squadre forti del campionato, il San Teodoro-Porto Rotondo affronta il secondo tempo con un piglio diverso, e gioca come aveva giocato fino alla settimana scorsa: creando numerose azioni pericolose. Ma trovando il pareggio soltanto nei minuti finali con Ruzzittu, su rigore, per fallo di mano. Il San Teodoro-Porto Rotondo avrebbe avuto anche altre opportunità per ribaltare il risultato finale, ma non è riuscito a concretizzarle.

Pareggio giusto, che porta i viola al decimo posto in classifica con 5 punti a pari merito col Sant’Elena, che in settimana ha vinto il ricorso proprio contro il San Teodoro-Porto Rotondo ottenendo la vittoria a tavolino sui galluresi per la vicenda del tesseramento di Fideli, che promette ancora colpi di scena – il San Teodoro-Porto Rotondo ha depositato in serata il ricorso in appello avverso la decisione del giudice sportivo -.

“La Ferrini è una squadra molto quadrata, esperta, di giocatori che giocano insieme da tanti anni – afferma Simone Marini, mister del San Teodoro-Porto Rotondo. Noi non abbiamo interpretato bene il primo tempo, siamo partiti male, e abbiamo fatto tanti errori di palleggio, in uscita, senza subire tante occasioni, non abbiamo concesso molto, ma abbiamo subito il gol e ci siamo innervositi. Abbiamo sprecato molte energie nervose. Nel secondo tempo abbiamo cambiato qualcosina e abbiamo avuto un buon atteggiamento, anche se la Ferrini era sempre pericolosa in ripartenza. Abbiamo avuto diverse occasioni senza concretizzarle, prima del gol del pareggio: siamo stati bravi a crederci. Sono entrati bene in partita i giocatori dalla panchina, che hanno cambiato la gara Un punto che ci fa piacere e ci dà continuità possiamo migliorare, e abbiamo ancora dei giocatori che stanno guarendo da infortuni”.

Una Eccellenza difficile e colma di squadre attrezzate: “Quest’anno, – spiega Marini – è molto più difficile dell’anno scorso, c’è stato un livellamento verso l’alto, le squadre forti sono tante. Guardando il calendario viene da dire che quasi sempre incontri un avversario forte. Credo nella programmazione: o si hanno grandi possibilità economiche, o si deve programmare per avere continuità, che è quello che cerchiamo di fare noi”.

Budoni primo in classifica, Nuorese ultima: “La Nuorese è in un momento di difficoltà, ma è una piazza importante e sono sicuro che riuscirà a trovare le risorse per tirarsi fuori. Budoni, Latte Dolce e Ossese hanno investito tanto e hanno una rosa per un campionato di vertice. Anche il Lanusei mi ha fatto un’ottima impressione. Rispetto all’anno scorso il campionato è di livello più alto. Noi lavoriamo tanto, i ragazzi sono disponibilissimi e hanno l’atteggiamento giusto. Anche oggi non hanno mollato. Quando saremo tutti al meglio e recupereremo gli infortunati, potremo fare anche meglio. Sono molto contento dei ragazzi.”

Danilo Ruzzittu è per il momento il miglior realizzatore del San-Teodoro-Porto Rotondo con 4 reti segnate, due per ora non assegnate per via della sconfitta a tavolino contro il Sant’Elena: “Sta andando bene – spiega il bomber del Porto Rotondo -, e spero che ci venga restituito il punto conquistato in campo contro il Sant’Elena e mi vengano riassegnate le due reti. A parte questo, stiamo dimostrando di stare bene. Non c’è molto di diverso rispetto all’anno scorso, anche se abbiamo preso degli ottimi giocatori, la filosofia è rimasta sempre quella dell’anno scorso. Il gruppo è unitissimo, chi è arrivato si è inserito alla grande, attendiamo anche alcuni infortunati. Una volta che saremo al completo, la qualità aumenterà ancora. Ma la differenza la fa la mentalità. Quest’anno stanno arrivando anche i punti e riusciamo a pareggiare dopo che siamo andati in svantaggio, cosa che spesso l’anno scorso non ci riusciva. E’ la forza che ci dà la consapevolezza di noi stessi, trovata nella seconda parte della scorsa stagione. Ci crediamo sempre, e dobbiamo continuare su questa squadra, migliorandoci piano piano. Prima la salvezza, poi eventualmente parleremo anche di altro“.

San Teodoro-Porto Rotondo: Deiana, Bassu, Frisciata, Saggia, Muzzu, Varrucciu, Delogu, Malesa, Mulas, Molino, Ruzzittu. In panchina: Melis, Del Duca, Saiu, Fideli, Piemonte, Cianfrocca, Casula, Deiana, Marongiu. All.: Marini

Ferrini Cagliari: Galasso, Cuccu, Pisano, Boi, Aresu, Mele, Argiolas, Bonu, Camba, D’agostino, Podda. In panchina: Daga, Cogoni, Piselli, atzei, Simoni, Argiolas, Rostand, Murgia, Usai. All.: Pinna.

Reti: 20′ Argiolas (F), 38’2t rig. Ruzzittu (S)

Ammonizioni: Varrucciu (S), Muzzu (S), Saiu (S), Aresu (F), Mele (F), Usai (F), D’agostino (F), Cuccu (F).

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura