Eccellenza, il San Teodoro-Porto Rotondo perde contro il Ghilarza

simone marini san teodoro porto rotondo calcio

Nel turno infrasettimanale il San Teodoro-Porto Rotondo perde per 1 a 0.

Brutta sconfitta casalinga per 1 a 0 per il San Teodoro-Porto Rotondo, che non riesce a recuperare lo svantaggio maturato nei primi minuti della prima frazione di gioco contro il Ghilarza, squadra alla portata dei viola. Il gol-partita arriva già al 6′, col Ghilarza che si porta a ridosso dell’area e Caddeo che riceve il pallone e indisturbato ha il tempo di girarsi e concludere a rete incrociando sul secondo palo dal limite dell’area.

I padroni di casa entrano in partita dopo i primi 15′ di gioco, recriminando su un presunto calcio di rigore non concesso a Saggia intorno al 20′. Ruzzittu conclude sul portiere in uscita una seconda occasione dei viola, prima di colpire l’incrocio dei pali su calcio di punizione. Il San Teodoro-Porto Rotondo colleziona diverse occasioni senza concretizzarle. Anche il Ghilarza ha avuto delle occasioni nella prima frazione, senza concretizzarle.

Nel secondo tempo la dinamica di gioco non è variata, con entrambe le squadre pronte a portarsi a ridosso dell’area avversaria, senza mai però riuscire a trovare la via del gol. Espulso Oppo del Ghilarza nel finale di partita per un grave fallo di gioco a centrocampo.

“Abbiamo perso male una partita iniziata male – afferma l’allenatore del San Teodoro-Porto Rotondo Simone Marini -. Abbiamo cercato di raddrizzarla, a volte con qualche buona giocata, a volte un po’ coi nervi, ma non bene. Tanti errori, anche se siamo andati vicini al pareggio con buone occasioni non concretizzate, ma in contropiede abbiamo rischiato anche di prendere il secondo gol, sia nel primo che nel secondo tempo. Noi nel primo tempo abbiamo avuto due occasioni clamorose con Ruzzittu, nel secondo tempo abbiamo messo molti palloni in area, ma siamo stati poco lucidi sottoporta e non abbiamo impensierito il portiere, che ha fatto parate semplici”

Circostanze del campo che mettono la squadra in una situazione di difficoltà: “Momento difficile per via di infortuni e squalifiche – paghiamo le ingenuità di domenica scorsa -, la panchina è un po’ corta e non abbiamo molte soluzioni per cambiare la partita in corsa. Domenica saremo ancora più in difficoltà per questo motivo. Cercheremo di cambiare il trend negativo già da domenica, ma non sarà facile”.

Sono tornati in campo Pala, che ha iniziato la preparazione in ritardo, e Murgia, dopo l’infortunio al ginocchio durante la preparazione, e ha esordito dal primo minuto Cianfrocca: “Ovviamente Pala e Murgia hanno faticato un po’ a trovare il ritmo-partita e la lucidità durante il possesso del pallone. Cianfrocca è un giovane veloce e con qualità, ha ampi margini di miglioramento e le doti per poter giocare in diversi ruoli sul fronte offensivo”.

Un periodo difficile: “Diversi giocatori hanno iniziato la preparazione in ritardo, ci sta un po’ di appannamento fisico, il fatto di giocare tre volte in 7 giorni, per di più con gli stessi 11 per via di infortuni e squalifiche è una situazione che si paga. In queste ultime due partite abbiamo lasciato dei punti alla nostra portata sul campo per demeriti nostri. Siamo solo all’inizio, domenica andremo a giocarci la partita a Monastir. Il tempo c’è, la squadra c’è, e ce la possiamo giocare con tutti“.

Per Alessandro Cianfrocca, 17enne, che dopo qualche spezzone di gara nella scorsa stagione col Porto Rotondo, contro il Ghilarza ha esordito in Eccellenza da titolare, il San Teodoro-Porto Rotondo non ha giocato male: “Peccato per il risultato, abbiamo avuto tante occasioni, ci è mancato il gol. Solo episodi, siamo consapevoli delle nostre potenzialità”. Un 17enne con una carriera tutta da costruire: “Oggi ho giocato da esterno sinistro, ma posso giocare anche da esterno destro e da attaccante centrale. Ho fatto la mia parte, so comunque che posso dare di più e devo migliorare, mi impegnerò per farlo, e spero di continuare a giocare con continuità per potermi migliorare”. Fondamentale il rapporto coi compagni di squadra: “Tutti bravi ragazzi, che si impegnano in campo e in allenamento. Si è formato un bel gruppo dentro e fuori dal campo“.

SAN TEODORO-PORTO ROTONDO: Melis, Bassu, Malesa, Saggia, Muzzu, Varrucciu, Cianfrocca, Saiu, Mulas, Pala, Ruzzittu. In panchina: Deiana, Spano, Fideli, Delogu, Degortes, Murgia, Mourot, Marongiu, Casula. Allenatore: Marini.

GHILARZA: Mereu, Laconi, Aru, Dessolis, Chergia, Atzei, Corda, Melis, Ranchez, Cossu, Caddeo. In Panchina: Matzuzi, Mele, Oppo, Orru, Schirra, Sanna, Di Giacomo, Fantasia, Orrù. Allenatore: Cirinà.

RETI: 6′ Caddeo (G).

AMMONIZIONI: Saggia (S), Mulas (S), Varrucciu (S), Malesa (S), Cossu (G), Caddeo (G), Rancez (G), Chergia (G)

ESPULSIONI: Oppo (G)

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura