Il motorsport sardo si prepara a quattro mesi di fuoco

giuseppe pirisinu rally

Tutte le competizioni regionali saranno salve, finale concentrato negli ultimi quattro mesi dell’anno.

Dopo lo stop forzato, l’automobilismo sardo è pronto alla ripartenza con una stagione condensata negli ultimi quattro mesi del 2020. Un calendario breve e intenso, che manterrà in vita le più importanti manifestazioni isolane.

L’evento principe del motorsport isolano, il Rally Italia Sardegna, è previsto quasi con certezza, salvo variazioni d’urgenza dell’ultimo minuto, per il weekend tra il 29 ottobre e il 1′ novembre. Sarà, vista la collocazione temporale nel finale di stagione, una tappa cruciale del Campionato del Mondo Rally, e porterà la Sardegnaancora di più al centro del palcoscenico sportivo internazionale.

Coppa del mondo a parte, il calendario regionale sarà verraà aperto dalla 59ª Alghero Scala Piccada con validità per il Campionato Italiano Velocità Montagna il weekend del 13 Settembre. Alla gara, organizzata da AC Sassari, si affiancherà poi per la specialità della velocità in salita la 31ª Iglesias Sant’Angelo in programma dal 9 all’11 Ottobre. La manifestazione, con titolare AC Cagliari, è in attesa di essere organizzata da terzi a seguito della formulazione di una manifestazione di interesse.

Grande attesa anche per il 3° Rally Costa Smeralda Storico che alla sua terza edizione entra a far parte del Campionato Italiano Rally Auto Storiche, mantenendo inoltre la validità per il Campionato Italiano Regolarità a Media per la gara abbinata. L’appuntamento è a Porto Cervo dal 16 al 18 ottobre quando i campioni delle due specialità si confronteranno tanto con le selettive PS quanto con i numerosi equipaggi locali che già nelle scorse edizioni si sono presentati al via della gara targata AC Sassari.

Gli specialisti della terra potranno invece confrontarsi sul percorso della Cronoscalata di Tandalò, ormai celebre a livello internazionale per le sue diverse declinazioni di specialità. In programma dal 6 all’8 novembre, potrebbe subire una variazione di data in relazione al Rally Italia Sardegna 2020. E proprio sull’onda della formula vincente di Tandalò è atteso l’arrivo a calendario del Raid del Lago Omodeo, organizzato sul medesimo format dalla Mediterranean Team per il 4 ottobre.

Gran finale poi il 5 dicembre nel crossodromo di Ittiri, con la novità assoluta del Campionato Italiano RallyCross RX. La gara, con coefficiente doppio, sarà valida come quinto appuntamento della serie e ha già suscitato la curiosità degli addetti ai lavori.

infine, da segnalare il grande gradimento del pubblico per il Campionato Regionale Karting Aci Sport. Trasmesso in televisione dal canale 12 all’esordio stagionale, tornerà sullo stesso canale il 6 settembre, in diretta.

Queste le gare ad ora confermate per la stagione in corso, anche se non si escludono nuovi inserimenti nel già intenso calendario di fine stagione per completare l’offerta del motorsport isolano in altre location e con altre specialità. Sebbene condensato in soli 4 mesi, lo sforzo degli addetti ai lavori ha prodotto un finale di 2020 ricco di grandi appuntamenti per gli appassionati e il territorio. Il Fiduciario Regionale Aci Sport Giuseppe Pirisinu si è dichiarato ottimista per la ripresa delle attività, ribadendo che la Delegazione Aci Sport Sardegna sta già lavorando in ottica 2021 per riportare a pieno regime il mondo delle corse sull’isola.    

(Visited 335 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!