Ospedale di Tempio senza farmaci, la replica dell’Assl di Olbia: “Non è vero”

La Replica dell’Assl di Olbia.

“Nella Assl di Olbia non mancano né farmaci né altri presidi sanitari”. Lo precisa una nota dell’Ats-Assl di Olbia che aggiunge: “L’ospedale di Tempio Pausania non viene lasciato sprovvisto di alcuni  farmaci o ausili, a vantaggio dell’ospedale di Olbia; è invece vero che, per  problematiche di interesse nazionale legate esclusivamente alle scelte di  alcune case farmaceutiche, alcuni farmaci o alcuni dosaggi di farmaco non si  trovano sul mercato (ad esempio alcuni cortisonici o antibiotici), e questo  comporta che gli stessi non possano venire prescritti, né all’ospedale di  Tempio né a quello di Olbia, ma vengono sostituiti con degli altri analoghi.”

L’azienda sanitaria precisa inoltre che “ormai da un anno, la Assl di Olbia ha attivato il Magazzino  Unico Aziendale, uno strumento per il governo della logistica dei farmaci e  dei presidi sanitari, con la riorganizzazione del sistema e il governo  informatico degli ordini. Un processo volto all’ottimizzazione, alla  razionalizzazione e al recupero di efficienza della gestione dei farmaci e  dispositivi medici in Gallura, senza ridurre gli standard del servizio, con  una ottimale gestione delle scorte e il conseguente abbattimento del rischio  dei farmaci scaduti”.

La farmacia ospedaliera di Tempio, dunque, sulla base delle esigenze della  struttura ospedaliera, effettua l’ordine dei dispositivi, che vengono  consegnati due volte la settimana in giorni programmati; altri percorsi,  invece, sono previsti per la consegna straordinaria di quei presidi che  vengono ordinati in “urgenza” e consegnati nell’arco di alcune ore.

Infine l’Azienda aggiunge che “i farmaci per garantire le terapie ai pazienti vengono sempre garantiti, è invece possibile che, dinanzi a lunghe terapie (magari di un  mese), le stesse vengano frazionata in diverse consegne, garantendo comunque  un’autonomia del paziente di almeno una settimana/dieci giorni.

E anche in merito al “kit della lavanda gastrica”, così come le “sonde per la  nutrizione enterale”, si precisa che si tratta “di presidi acquistati da Ats  attraverso una gara regionale, e distribuiti in tutte le Assl della  Sardegna“.

(Visited 247 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!