Spiagge in vendita ad Arzachena, ma c’è il trucco

Spiagge in vendita: il sindaco di Arzachena chiarisce sui social.

Il sindaco Ragnedda e l’amministrazione comunale intervengono a spada tratta contro la voce di poter vendere, concedere o utilizzare in via esclusiva delle “spiagge private” nel Comune di Arzachena. Comunicano ai cittadini e turisti tramite il social Facebook con un comunicato ben preciso.

“Abbiamo ricevuto delle segnalazioni su alcune aziende e privati che dichiarano di poter vendere, concedere o utilizzare in via esclusiva delle “spiagge private”. Il sindaco Roberto Ragnedda e l’assessore al Demanio Alessandro Careddu informano che NON ESISTONO spiagge private nel Comune di Arzachena, che NON SUSSISTONO titoli di proprietà privata sul bene demaniale in nessuno degli oltre 80 chilometri di litorali e delle 51 spiagge censite, da Cannigione a Liscia Ruia”.

Nel comunicato chiariscono che esistono unicamente delle porzioni di spiaggia date in concessione (concessione balneare) dalla Regione e dal Comune ad aziende dietro pagamento di un canone annuale per la fornitura di servizi alla balneazione e su cui gravano obblighi e doveri nei confronti dei bagnanti (limiti tassativi degli spazi da occupare, distanze dalla battigia da rispettare, orari e periodi garantiti di apertura, presenza di bagnini e mezzi di salvataggio, passerelle per disabili, utilizzo dei bagni ove presenti, ecc.). Per segnalazioni in merito chiedono di contattare la polizia municipale al numero 078981111. 

(Visited 542 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!