Anche Arzachena pensa alla tassa di soggiorno: la novità dal 2019 per finanziare i servizi e il turismo

Entro l’anno l’amministrazione comunicherà le tariffe.

Nel 2019 anche il Comune di Arzachena potrebbe mettere in moto la tassa di soggiorno ai non residenti. La tassa verrà applicata solo nel periodo estivo.  E sotto la lente d’ingrandimento finisce la destinazione dei proventi dell’imposta. Il sindaco Roberto Ragnedda rassicura i cittadini e spiega che la tassa di soggiorno finanzierà i servizi, i parcheggi nelle spiagge e in centro, l’acquisto di nuove passerelle per disabili. Ragnedda parla anche di restauro urbano, del verde pubblico e dei servizi per il turismo.

Ora è sotto esame del consiglio comunale il regolamento, di 14 articoli, sul ruolo delle strutture ricettive e di Airbnb. L’amministrazione vorrebbe approvare il regolamento entro l’anno, per comunicare le tariffe ai tour operator e alle agenzie di viaggi.

 

(Visited 578 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!