Boom di turisti ad Arzachena, Ragnedda: “Punto di riferimento nel Mediterraneo”

Ad Arzachena il sito archeologico più visitato dai turisti è la Tomba dei giganti di Coddu Ecchju

Il Comune di Arzachena rivela i dati sui turisti dall’inizio della stagione fino a Ferragosto, e sono ottimi. Dai numeri emerge un boom a giugno, i pernottamenti sono aumentati dell’85% passando dai 52mila dell’anno scorso ai 96mila del 2022. A luglio l’incremento è stato del 25% (da 198mila a 250mila) mentre per agosto le previsioni dicono che si sfonderà il tetto dei 300mila. Un novità riguarda la durata delle vacanze: i turisti stanno facendo soggiorni più lunghi nelle 161 strutture ricettive presenti nel Comune di Arzachena.

La Tomba dei giganti di Li Lolghi

I report elaborati dall’Ufficio turistico di Arzachena assieme alla municipalizzata Ge.se.co si soffermano anche sulle visite ai sette siti archeologici. Il più amato è la Tomba dei giganti di Coddu Ecchju che conta 28mila visite. In 50mila hanno visitato il tempietto di Malchittu, il nuraghe Albucciu, il villaggio nuragico La Prisgiona, le Tombe dei giganti di Li Lolghi e Moru e il circolo megalitico Li Muri. La giornata con maggiore afflusso è stata quella di ieri, 18 agosto, complice il maltempo, con ben duemila accessi.

“Questi primi numeri dimostrano come la destinazione Arzachena, con la Costa Smeralda, stia vivendo un momento di grande apprezzamento da parte del pubblico – commenta il sindaco Roberto Ragnedda -. Un punto di riferimento nel Mediterraneo come meta per le vacanze gradita non solo per il mare, ma per il suo patrimonio naturalistico in generale e per le sue pregiate testimonianze storiche e culturali”:

“Purtroppo, i grandi numeri registrati nella settimana di Ferragosto hanno portato a galla anche alcune criticità su cui, da anni, chiediamo soluzioni agli enti preposti – aggiunge -. Criticità che mostrano come le infrastrutture e i servizi necessitino di ampliamenti e ammodernamenti. Mi riferisco alle condotte idriche e fognarie, alle strade provinciali e al sistema sanitario locale”.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura