A Budoni una mostra di arte contemporanea per ricordare l’Olocausto

Dalla locandina dell'evento un'opera dell’artista Giuseppe Molea

L’arte contemporanea in biblioteca a Budoni.

Verrà inaugurata domenica 20 gennaio, nella Biblioteca comunale di Budoni, la mostra Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario. La mostra, una collettiva di arte contemporanea a cui hanno aderito 15 artisti, è stata allestita per essere di testimonianza, in occasione della Giornata internazionale della memoria, in un luogo simbolo della cultura: la biblioteca.

L’evento, organizzato dall’associazione Olbia Pulse/Spazio Arte ,con il patrocinio del Comune di Budoni, è curata da Aldo Manzanares e mira a guardare al futuro con speranza, con le armi della cultura e della bellezza, che sono i valori più alti della civiltà.

Dal passato bisogna trarre insegnamento anche se è impossibile comprendere lo sterminio pianificato di 16 milioni di esseri umani e il più vasto incendio di libri dei tempi moderni. Conoscere e necessario, quindi, per comprendere dove può portare l’abbrutimento dell’uomo che ripudia la cultura del libero pensiero e della diversità.

Il gruppo di artisti che esporranno è composto da Sarkos, Giovanna Macciocco & Mario Palmas, Iacopo Giannini, Lidia Tangianu, Aldo Manzanares, Gigi Musa, Mario Biancacci, Stefania Parisi, Donatella Sechi, Giuseppe Molea, Clay Ferrarese, Marzia Serra, Maria Sulas, Francesca Patteri e Gianni Lardieri. Dipingerà, inoltre, dal vivo, Mario Biancacci. La mostra potrà essere fino al 26 gennaio, negli orari di apertura della biblioteca.

(Visited 346 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!