L’impegno della macchina dell’antincendio che ha evitato il disastro a Budoni

L’incendio a Tanaunella a Budoni.

Un incendio partito tra le sterpaglie e la macchia mediterranea, favorito dal vento. Solo l’immediato intervento della macchina dell’antincendio ha permesso che il rogo, scoppiato ieri nel comune di Budoni, in località Tanaunella, non diventasse un disastro di proporzioni ancora più grandi. Immediatamente, dopo l’allarme arrivato dai residenti, sono state inviate sul posto 4 squadre dei Vigili del Fuoco: una dal Distaccamento di Siniscola e tre dalla Centrale di Nuoro.

Considerata la velocità di espansione del fronte di fuoco, che rischiava di coinvolgere le vicine abitazioni ed in particolare un camping, si è inviata sul posto anche una squadra del Distaccamento di Olbia, mentre il comandante provinciale di Nuoro Antonio Giordano, rientrato appositamente in servizio insieme ad altri due funzionari, coordinava le operazioni di spegnimento.

Non si sono segnalati danneggiamenti alle abitazioni, ma è stato necessario, a titolo precauzionale, evacuare i residenti del Camping “Marina Seada” ed impedire il rientro a casa di altri residenti nella zona per motivi di sicurezza. Le squadre dei vigili del fuoco, oltre all’opera di estinzione dell’incendio ed alla successiva bonifica del territorio bruciato, si sono concentrate sulla preservazione del tratto di carreggiata che separava il fronte di fuoco dal camping e le vicine case, riuscendo ad evitare che le altissime fiamme si propagassero nella zona urbanizzata del comune.

Con la direzione del vento che cambiava, le squadre dei vigili del fuoco si sono dovute spostare diverse volte per contrastare in modo ottimale l’avanzata delle fiamme, riuscendo a mettere in campo una strategia operativa efficace, coordinate dal comandante e dai funzionari, che gli ha permesso di avere la meglio sull’incendio. Le squadre hanno terminato le operazioni di spegnimento alle ore 04:30.

Il dispositivo di soccorso del Comando, impiegato nell’intervento sul territorio del Comune di Budoni, compresi i rinforzi e le squadre di altri comandi, è stato cosi composto di 4 cutopompe, 1 autobotte ad alta capacità
4 fuoristrada di tipo leggero, 26 unità vigili del fuoco, compresi i due funzionari ed il comandante. Sul posto era presente anche il Corpo Forestale e Vigilanza Ambientale, squadre dei Barracelli, operatori Forestas ed alcuni mezzi della Protezione Civile, nonché diverse pattuglie della Polizia di Stato del Commissariato di San Teodoro e dei carabinieri.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura