Dal plastic free alle auto elettriche, la svolta eco-sostenibile dell’aeroporto di Olbia

Il primo report di sostenibilità dell’aeroporto di Olbia.

Geasar ha presentato il suo primo report di Sostenibilità, il documento che descrive, in modo trasparente ed articolato, i risultati conseguiti dall’azienda in ambito economico, sociale e ambientale e mostra il suo impegno a favore dello sviluppo sostenibile, con il fine di creare valore non solo per l’organizzazione stessa, ma anche per i propri stakeholder.

Il documento è stato elaborato in collaborazione con una delle principali società di consulenza che certifica i report di sostenibilità, la Deloitte, e redatto in conformità ai “GRI Sustainability Standards”, gli standard maggiormente utilizzati a livello internazionale per la rendicontazione non finanziaria.

Oltre ai risultati in termini di sostenibilità del 2018, il report contiene le iniziative svolte e gli obiettivi che Geasar intende raggiungere in termini di sostenibilità nei prossimi anni attraverso diverse iniziative. Entro il mese di luglio entrerà a far parte del gruppo degli oltre 250 aeroporti che hanno deciso volontariamente di fare la propria parte nella lotta ai cambiamenti climatici aderendo al programma “Airport Carbon Accreditation” promosso e coordinato da ACI (Airport Council International), che prevede un impegno concreto nella riduzione dei gas serra da parte degli aeroporti aderenti.

L’aeroporto procederà con la sostituzione dei contenitori in plastica monouso commercializzati all’interno dei bar e ristoranti dell’aeroporto con materiali compostabili e biodegradabili. Saranno eliminate anche le bottigliette di plastica dagli uffici e distribuzione di borracce in alluminio a tutti i dipendenti.

Un altro passo prevede la progressiva sostituzione del parco auto aziendali e mezzi di rampa a motore termico con motore elettrico insieme all’installazione di punti di ricarica per auto elettriche in collaborazione con ENEL X.

Infine, l’installazione di impianti fotovoltaici nelle pensiline dei parcheggi e il riutilizzo delle acque trattate ad uso irriguo. “Si tratta di un momento di grande rilevanza per la nostra azienda – ha dichiarato Silvio Pippobello, amministratore delegato di Geasar – in quanto abbiamo deciso di integrare le tematiche di sostenibilità all’interno degli obiettivi e delle strategie aziendali. Lo facciamo in un momento in cui ci apprestiamo ad intraprendere un ambizioso piano di sviluppo delle nostre infrastrutture finalizzato a far fronte alle esigenze del futuro”.

(Visited 224 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!