Agci Gallura solidale con i pastori, una richiesta al ministro Centinaio

Richiesto un incontro con tutti i soggetti della filiera del latte il prima possibile.

L’Agci Gallura, per voce del suo presidente Michele Fiori, di concerto con la Agci Sardegna il cui presidente  Regionale, Sergio Cardia – che partecipa  attivamente in qualità di coordinatore ad Agrinsieme, la sigla che aggrega le principali sigle del mondo agricolo e agroalimentare sardo –  esprime forte preoccupazione per la grave crisi che sta colpendo il settore ovino sardo, che vede i pastori impegnati in dure proteste in tutto il territorio regionale – Gallura e Monte Acuto compresi – per il giusto riconoscimento del prezzo del latte, ritiene richiamare tutti i soggetti della filiera a responsabilità per trovare rapidamente soluzioni condivise alla crisi e ridare serenità a migliaia di produttori schiacciati dai costi di produzione non sostenibili con l’attuale il prezzo del latte sotto i 60 centesimi al litro.

“Con la sigla unitaria Agrinsieme – dichiara il presidente di Agci Gallura Michele Fiori – chiediamo al ministro Centinaio di anticipare la sua presenza in Sardegna, prevista per sabato assumendo la consapevolezza di vertenza nazionale il problema del prezzo del latte e di incontrare tutti i soggetti della filiera latte ovino per trovare soluzioni che diano dignità al lavoro dei pastori sardi e stabilità all’intero comparto”. 

“Agci Gallura fa appello alle forze politiche perché venga evitata qualunque forma di speculazione elettorale della drammatica situazione del comparto che rischia di diventare esplosiva, e di impegnarsi in atti concreti per trovare risposte immediate  non solo ai problemi contingenti ma anche per costruire strategie per superare le debolezze storiche del settore. Contestualmente  ci auspichiamo un atto di responsabilità da parte degli industriali per la definizione di un prezzo equo del latte agganciato strutturalmente al prezzo del prodotto finito-formaggio e la partecipazione di tutte le rappresentanze al tavolo previsto per mercoledì indispensabili per trovare soluzioni positive condivise, perché questo ci chiedono i pastori, per non essere più costretti a buttar via il loro lavoro,  e  l’intera Sardegna a difesa di un settore essenziale della nostra economia , ma anche per il valore culturale , identitario e ambientale che la pastorizia rappresenta” conclude il presidente di Agci Gallura Michele Fiori.

(Visited 71 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!