Base canadair trasferita da Olbia ad Alghero, adesso il caso finisce in Parlamento

L’interrogazione del deputato Manca.

La notizia di un imminente trasferimento della base antincendio della flotta Canadair dall’aeroporto di Olbia a quello di Alghero rischia di determinare pericolose ripercussioni non solo per il territorio, ma anche per l’efficienza complessiva del servizio antincendio. Tantissime le reazioni del mondo politico per questa decisione.

A presentare un’interrogazione al Ministero dell’Interno sono i deputati del Movimento5Stelle Alberto Manca e Nardo Marino che richiedono di rivalutare l’opportunità di tale trasferimento.

La scelta di avere come base Olbia ha permesso di offrire un fondamentale supporto per le operazioni sulla parte centrale della penisola- continua Manca, deputato del M5S- In particolar modo su Lazio, Toscana e Campania, specie in anni critici come il 2012 o il 2017″.

Con lo spostamento dei Canadair ad Alghero, il tempo di percorrenza di ogni tratta verso la penisola e viceversa subirebbe un incremento di almeno 30 minuti- affermano nella nota i due deputati del M5S- “ Ciò ridurrebbe di almeno un’ora il tempo massimo a disposizione per svolgere le operazioni di spegnimento”.

Oltre il tempo c’è un conseguente aggravio di costi. Inoltre, rispetto a quello gallurese, il territorio di Alghero, come sottolineano i deputati dei 5Stelle, è ben più esposto al vento predominante in Sardegna, il maestrale da Nord Ovest. Quindi in alcuni casi potrebbe essere compromesso il decollo dei Canadair.

E la loro richiesta si conclude così: ” È doveroso sottoporre tutte queste valutazioni all’attenzione del Ministero dell’Interno, con l’auspicio che lo stesso possa rivalutare l’opportunità di tale trasferimento, elaborando al contempo soluzioni alternative idonee a scongiurare i disagi alla base della decisione”.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura