Cattura e fa esplodere un gabbiano in volo, condannato a 22 mesi

Il responsabile, un 38enne di Siniscola, rintracciato anche grazie a Striscia la notizia.

Aveva catturato un gabbiano per poi farlo esplodere in volo, dopo avergli legato un grosso petardo al collo. Ora D.F., pescatore 38enne di Siniscola, è stato condannato a 22 mesi di reclusione. L’uomo dovrà anche risarcire il danno alla parte civile, l’Ente nazionale protezione animali (Enpa). Lo ha stabilito il Gip del tribunale di Nuoro, che ha inoltre condannato il pescatore a trascorrere 18 mesi in libertà vigilata.

A mettersi sulle tracce del 38enne, che aveva ripreso e messo in rete l’atroce fine del gabbiano, era stata per prima la trasmissione tv Striscia la notizia, consentendo così alle forze dell’ordine di individuare l’autore del gesto. Il 38enne aveva legato con dell’adesivo un grosso petardo al collo del gabbiano durante una battuta di pesca, aiutato da un’altra persona rimasta ignota. Dopo aver acceso la miccia, aveva quindi liberato il povero volatile, che dopo pochi istanti era esploso in volo. Il tutto, naturalmente, ripreso dallo smartphone e messo in rete. Un’imprudenza, quest’ultima, che gli è costata la condanna a 22 mesi.

(Visited 263 times, 1 visits today)

Note sull'Autore