I contagi in Sardegna continuano a crescere, va peggio della media nazionale

I dati della Fondazione Gimbe sui casi di coronavirus in Sardegna.

La situazione coronavirus in Sardegna nell’ultima settimana, quella dal 7 al 13 ottobre è peggiore della media nazionale. A dirlo è il monitoraggio della Fondazione Gimbe che compara i dati delle varie Regioni italiane con la media nazionale.

In Sardegna i casi attualmente positivi ogni 100.000 abitanti sono 177 contro la media nazionale di 144. Il dato peggiore, se confrontato con quello nazionale, è sicuramente l’incremento percentuale dei casi che nell’Isola, sempre nella settimana 7-13 ottobre, segna un +20,9% contro una media italiana che si ferma al 10,7%.

In Sardegna i casi testati su 100.000 abitanti sono 737 contro la media di 838, mentre il rapporto tra positivi e casi testati è del 7,9% (7% in Italia). Leggermente sopra la media anche il rapporto tra ospedalizzati e casi attivi che sull’Isola registra un 6,6% mentre in Italia la media è del 6,4%.

I dati in Italia.

Nella settimana appena trascorsa (7-13 ottobre) in Italia c’è stato un incremento esponenziale nel trend dei nuovi casi (35.204 vs 17.252) a fronte di un moderato aumento dei casi testati (505.940 vs 429.984) e di un netto incremento del rapporto positivi/casi testati (7% vs 4%). Dal punto di vista epidemiologico crescono i casi attualmente positivi (87.193 vs 60.134) e, sul fronte degli ospedali, impennata dei pazienti ricoverati con sintomi (5.076 vs 3.625) e in terapia intensiva (514 vs 319). Crescita costante anche sul fronte dei decessi (216 vs 155).

(Visited 3.769 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!