Bruciò vivo il vicino nella palazzina di via Petta, perizia psichiatrica per Iannelli

omicidio Olbia

Davide Iannelli sarà giudicato capace o meno di intendere o volere.

La Corte d’Assise di Sassari ha deciso oggi di sottoporre Davide Iannelli, 49 anni, a una perizia psichiatrica al fine di valutare la sua capacità di intendere e volere. Iannelli è imputato per l’omicidio del vicino di casa avvenuto il 11 marzo 2022 a Olbia, dove la vittima è stata bruciata viva e ha poi perso la vita a causa delle ustioni riportate.

Il presidente della Corte, Massimo Zaniboni, ha incaricato la psichiatra Claudia Granieri dell’ASL di Sassari per condurre la perizia, la cui nomina sarà confermata ufficialmente durante la prossima udienza fissata per il 4 giugno. Le parti coinvolte nel processo, inclusi il pubblico ministero Daniele Rosa, gli avvocati delle parti civili Antonio Fois, Massimo Perra e Giampalolo Murrighile, e gli avvocati della difesa Abele e Cristina Cherchi, avranno anche la possibilità di nominare propri periti.
Durante l’udienza odierna, era prevista la testimonianza dell’ultima testimone della difesa, ma questa non si è presentata in aula per motivi di salute, già assente anche nella precedente udienza. Di conseguenza, gli avvocati di Iannelli hanno rinunciato alla sua convocazione.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura