Morta Pietrina Fresi, dalla vendita dei terreni in Costa Smeralda al sequestro del ’71

Pietrina Fresi

Addio a Pietrina Fresi.

Arzachena ha perso un pezzo importante della storia della Costa Smeralda. E’ scomparsa Pietrina Fresi a 89 anni. Lei, con il marito Giovanni Maria Ghilardi, avevano venduto dei terreni al principe Aga Khan, colui che fondò la Costa Smeralda. I nomi del marito e del figlio Agostino, scomparso a soli 51 anni nel 2012, divennero tristemente noti per essere stati sequestrati dall’Anonima Sarda.

Sono stati giorni di paura per la signora Pietrina Fresi, che per 36 giorni nel 1971 ha vissuto nell’ansia per il sequestro di Agostino di soli 9 anni e del marito Giovanni Maria. Il sequestro è avvenuto nelle campagne di Li Muri, a pochi chilometri da Arzachena. Il pagamento del riscatto e una sparatoria tra banditi e carabinieri sulla Benetutti-Nuoro, sancì la libertà della famiglia.

Pietrina Fresi, con suo marito, ha reso grande la Costa Smeralda e fa parte di una famiglia molto importante e ricca. I suoi terreni, venduti a Karim Aga Khan, erano situati nei Monti di Mola, divenuti poi Porto Cervo, come è conosciuta oggi, un borgo bellissimo, meta di vacanze da parte di vip e persone molto agiate. Uno dei terreni venduto da Pietrina e dal figlio erano 200 ettari dall’Abbiadori a Liscia Ruja, di oltre 1 miliardo di lire. Da qui la famosa frase che il marito Giovanni Maria disse al principe durante la vendita: “Milioni non miliardi ci vogliono per comprare”.

Condividi l'articolo