Ritorno a scuola in sicurezza, screening di massa nei comuni della Gallura, firmato il protocollo

Lo screening nella popolazione scolastica in Gallura.

La Conferenza territoriale socio sanitaria e la Assl di Olbia hanno siglato in queste ore un protocollo di intesa per effettuare lo screening per la ricerca del coronavirus nella popolazione scolastica. Lo screening si baserà sull’effettuazione di un test antigenico rapido in sedi individuate tra la Assl e le amministrazioni comunali. L’adesione al percorso verrà effettuata su base volontaria e prevede la preventiva raccolta del consenso informato. Dinanzi a esito positivo del test antigenico rapido il soggetto verrà immediatamente sottoposto alla misura dell’isolamento fiduciario, per poi esser sottoposto a tampone  molecolare.

Accertata la positività al Covid-19, l’isolamento verrà  trasformato in quarantena. Si procederà quindi alla effettuazione dell’indagine epidemiologica da parte del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica della Assl Olbia che provvederà all’attività di tracciamento e individuazione dei contatti stretti con la registrazione sul sistema informatico.

Il protocollo, siglato tra il presidente della Conferenza, Roberto Ragnedda, e il direttore della Assl di Olbia, Paolo Tauro, prevede il  coinvolgimento di tutte le 26 amministrazioni galluresi. “Il protocollo sottoscritto – spiega il presidente Ragnedda – uniforma  le attività di screening contro il rischio contagio da Covid-19 sulla popolazione scolastica finora condotte in modo indipendente dai singoli comuni. Anziché agire per compartimenti stagni, i sindaci e la Ats agiranno in modo unitario e coordinato: un lavoro certosino che andrà a  tutto vantaggio dell’efficacia e della tempestività delle procedure. Con questo accordo, discipliniamo le modalità con cui effettuare i controlli  di massa tra i galluresi. Fondamentale è l’impegno dell’Ats nel garantire un canale preferenziale nel processare i tamponi eseguiti su alunni, docenti e collaboratori scolastici, così da riprendere in  sicurezza le attività a scuola al più presto”.

“Questo protocollo che unisce le amministrazioni comunali e l’ASSL Olbia non può che essere positivo nel rispetto dei reciproci ruoli  istituzionali e delle competenze specifiche. Ci sono ancora margini di miglioramento, ma attraverso il dialogo costruttivo è possibile  evidenziare le situazioni di criticità e individuare le eventuali soluzioni”, conclude il direttore della Assl Paolo Tauro.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura