Sporcizia e degrado nella bellissima spiaggia di Li Cuncheddi

La denuncia di Federbalneari Sardegna.

“Ci dispiace dover di nuovo fare i conti con un’inadeguatezza degli enti locali in una nuova vicenda che riguarda il comparto balneare, ma ciò che sta avvenendo in una delle tante spiagge di Olbia, non è che l’ennesimo segnale di non competenza della materia Demaniale Marittima”.

La denuncia arriva dall’associazione Federbalneari Sardegna, che ripercorre i fatti. “Più precisamente, nel fine aprile 2019, il Comune di Olbia procede a creare dei bandi di gara per assegnazione di alcune nuove aree in concessione in diverse spiagge. Peccato che questa procedura fosse in evidente difformità con la legge 145 secondo la quale non si possono rilasciare nuove concessioni senza il decreto di attuazione ministeriale, ad oggi mai arrivato”, dicono i rappresentanti di categoria.

“Ma non è tutto qui. Il vero scandalo – continua Federbalneari Sardegna – che grava sulle spalle dei sempre più stanchi concessionari olbiesi sono i furgoncini abusivi che appaiono nella stupenda spiaggia di Li Cuncheddi e si sostituiscono ai concessionari oppure presunte concessioni assegnate e mai realizzate dagli aggiudicatari da anni”.

“Queste inadempienze in termini di controllo non permettono ad altre famiglie olbiesi di lavorare onestamente sulle loro stesse spiagge. Il tutto se si va a sommare alla sporcizia e alla non cura degli accessi alla spiaggia stessa di Li Cuncheddi o alla cartellonistica creata da privati, rende questa situazione insostenibile”, sottolinea Federbalneari Sardegna.

Da qui la richiesta di “un intervento reale e una di maggiore attenzione del Comune per ripristinare legalità e pulizia in una spiaggia stupenda come Li Cuncheddi, nella speranza di non dover più arrivare a sostituirci agli enti preposti alla segnalazione e vigilanza delle spiagge olbiesi”.

(Visited 1.088 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!