Trovati con della droga nel marsupio, uno dei due prende a calci e pugni gli agenti

Il controllo della polizia.

Continuano incessanti i servizi per la prevenzione e il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti in tutta la provincia e nelle zone più sensibili della città di Cagliari

Ieri notte un equipaggio della squadra volante, mentre transitava in via Schiavazzi, ha notato due individui che con fare sospetto uscivano da uno dei palazzi. Immediatamente fermati e riconosciuti per Alessandro Piras, 31enne, e Christian Auriemma, 40enne, entrambi ben noti alle Forze di Polizia, sono stati sottoposti ad un primo controllo che ha permesso di rinvenire, occultati all’interno del marsupio del 31enne, degli involucri in cellophane, contenenti cocaina e marjuana, nonché 475 euro, suddivisi in banconote di piccolo taglio.

Pertanto la perquisizione è stata estesa all’abitazione del 31enne, permettendo di scoprire 4 vasi contenenti piante di canapa indiana di circa 1 metro l’una sistemati sul balcone di casa, e di rinvenire, occultati in vari ambienti della camera da letto del giovane, 80 euro in contanti e altri 21 involucri di cellophane contenente eroina, per un totale di 5 grammi di droga tra marjuana, cocaina e eroina.

Il 40enne, visibilmente agitato e nervoso, ha confermato ai poliziotti che si trovava lì per acquistare e consumare droga ma, nonostante fosse stato collaborativo fino ad allora, al momento di accompagnarlo negli uffici della Questura, in preda ad uno scatto d’ira, si è scagliato violentemente contro gli agenti con calci e pugni, riuscendo a spintonarne uno con violenza facendolo cadere a terra rovinosamente.

Con non poca difficoltà gli operatori sono riusciti finalmente a bloccare l’uomo e a metterlo in sicurezza all’interno dell’autovettura di servizio. Accompagnati in Questura, sono stati tratti in arresto, il Piras per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e l’Auriemma per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale. Il primo è stato trattenuto presso le camere di sicurezza, mentre il secondo è stato riaccompagnato presso la propria abitazione, entrambi in attesa dell’udienza direttissima prevista per questa mattina.

(Visited 1.246 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!