Olbia, Asili nido: vaccini obbligatori per i bambini

Olbia, Asili nido: vaccini obbligatori per i bambini. 

«Solo l’autorevolezza della comunità scientifica può esprimersi in modo appropriato sulla tutela della salute della comunità e, in particolare, dei più piccoli. L’abitudine di non vaccinare i bambini ha portato alla recrudescenza di alcune malattie infettive gravi dopo che erano date quasi per scomparse. La scelta del singolo genitore non può andare a scapito di un’intera comunità».

Così si esprime il Sindaco di Olbia Settimo Nizzi e prosegue: «La responsabilità di chi governa è quella di tutelare la salute di tutta la collettività. In particolare le categorie di popolazione più vulnerabili. “E’ per questo che, in seguito alla deliberazione in cui la Regione Autonoma della Sardegna ha recepito l’intesa tra Governo e Regioni sul “Piano nazionale prevenzione vaccinale 2017/2019”. “Abbiamo approvato una delibera di giunta che rende obbligatoria, a partire dall’anno educativo 2017/2018. La vaccinazione per i minori compresi tra i 3 mesi ed i 3 anni per l’accesso agli asili nido del Comune di Olbia. Seguirà a breve, dopo consultazione, analoga delibera per le strutture private, scuole materne e dell’obbligo in generale».

«I nidi d’infanzia comunali sono strutture per le quali l’amministrazione si prodiga non solo per assicurare un corretto percorso di crescita dei bambini dal punto di vista educativo e didattico, ma anche per tutelarli in materia sanitaria. – interviene l’Assessore ai Servizi alla Persona Simonetta Lai – . Siamo davvero preoccupati per la recrudescenza di malattie esentematiche come il morbillo ed è per questo che, come molte altre amministrazioni italiane, abbiamo adottato il provvedimento. L’Italia è la prima nazione dell’europea occidentale per numero di episodi di malattie infettive. L’obbligo vaccinale è una misura in vigore da oltre 50 anni a fronte di malattie che avevano causato migliaia di morti infantili. L’efficacia della prevenzione sta negli interventi omogenei, costanti e tempestivi in tutto il Paese».

Il Consiglio di Stato, sez. III, con ordinanza 20/04/2017 n. 1662, ha affermato che è legittimo che un comune introduca l’obbligo vaccinale per bambini da 0 a 6 anni. In particolare nell’ordinanza si rileva come il principio di precauzione, in questo caso, prevale sulle prerogative sottese alla responsabilità genitoriale, poiché opera a tutela della salute pubblica.

 

 

(Visited 56 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!